Le routine, gli aggiornamenti sul traffico tramite notifiche, i comandi vocali in auto, sono diversi gli strumenti di Google Assistant che possono tornare utili per ricevere aiuto e suggerimenti per gli spostamenti di tutti i giorni.

Proprio le numerose funzionalità dell’assistente vocale, talvolta, possono renderne complicata la gestione, soprattutto per chi non conosce il servizio. Per questo, ecco una veloce panoramica sulle potenzialità e modalità d’uso.

Come usare le routine

Oltre alla nuova modalità Auto di Google Assistant, lo strumento vocale di casa Big G si rivela un mezzo utile e versatile per gestire anche gli spostamenti, in auto o meno: ad esempio con le routine. Per inciso, una routine è una funzionalità che permette di eseguire una serie di azioni impartendo un solo comando, vocale, attivato automaticamente in un orario specifico, o in altro modo.

A noi interessa perché, ad esempio, può tornare utile per rimanere aggiornati sulla situazione del traffico e su eventuali problemi relativi al tragitto casa-lavoro, senza perder tempo a cercare, ma anche sul meteo, sugli appuntamenti in calendario e sugli eventuali promemoria.

Questa è una routine preimpostata e attivabile pronunciando “Google, andiamo al lavoro/vado al lavoro”, ma dalle impostazioni dell’app di Assistant o di Google Home è tuttavia possibile creare routine personalizzate toccando “Nuova” e seguendo le istruzioni visibili a schermo.

Foto Google Assistant

Impostare i propri luoghi abituali

Quando detto non vale, tuttavia, se prima non si sono impostate le proprie preferenze relative ai propri luoghi e al tragitto giornaliero, due sezioni presenti anch’esse nel menù delle impostazioni di Google Assistant.

La prima, “I tuoi luoghi” è la sede in cui inserire i posti in cui ci si reca più spesso, ad esempio l’indirizzo della propria abitazione e quello del lavoro o dell’università. Una volta impostati, basta pronunciare “Traffico verso casa”, “Portami al lavoro” o “Tempi di percorrenza per arrivare all’università” per ricevere gli aggiornamenti relativi o magari le indicazioni stradali per raggiungerli via Google Maps.

Come spostarsi e gli aggiornamenti sul tragitto giornaliero

Impostati i propri luoghi abituali, per completare il tutto non resta che recarsi nella sezione “Trasporti”, sempre dalla sezione impostazioni di Google Assistant, per comunicare qual è o quali sono i mezzi di trasporto con cui ci si reca al lavoro e altrove.

Fatto questo, premendo su “Notifiche”, nella medesima pagina si accede alla sezione “Spostamenti”. Serve come intuibile per ricevere aggiornamenti sul proprio tragitto giornaliero, sui propri appuntamenti, voli, treni e su tutto il resto registrato nell’ecosistema di Google. Attivando le relative voci, si autorizza così l’assistente a comunicarci gli aggiornamenti relativi.

Foto Google Assistant 1

Per maggiori informazioni a tal riguardo, o per fugare eventuali dubbi, suggeriamo di visitare la guida di Google relativa accessibile da questa pagina web.

Chiedere aiuto per gli spostamenti a Google Assistant:

  • Accedere alle impostazioni di Google Assistant;
  • Compilare la sezione “I tuoi luoghi” coi propri indirizzi abituali;
  • Scegliere i mezzi di trasporto preferiti per gli spostamenti in “Trasporti”;
  • Dalla stessa sezione impostare quali aggiornamenti ricevere in "Spostamenti";
  • Utilizzare eventualmente una routine preimpostata o crearne una nuova personalizzata.