Nel corso degli ultimi anni sul mercato del noleggio auto si è affacciata una nuova modalità di utilizzare l’auto in maniera super flessibile, ovvero le varie proposte di Abbonamento auto - o Subscription – che diverse realtà del mondo automotive hanno lanciato.

Noleggiatori a lungo termine, a breve, piattaforme tecnologiche, addirittura delle Case. Alcune di queste lo propongono come prima modalità di offerta, ad esempio Lynk & Co. E proprio l’analisi delle tariffe proposte dal costruttore svedese può aiutare a rispondere al titolo del nostro articolo: Conviene l’abbonamento auto?

Non solo costi

Per Lynk & Co il costo mensile – tutto compreso – è di 600 euro (con un’iscrizione una tantum di 200 euro), con la possibilità di sospendere l’abbonamento ogni mese. Il noleggio a lungo termine invece parte da 513 euro al mese, ma con un impegno di ben 5 anni, e con un anticipo di 4.000 euro. Impegni temporali che se si riducono, arrivano a tariffe di ben 800 euro al mese.

Se si guardasse Lynk & Co quindi la risposta sarebbe sì, assolutamente sì, certamente sì. Ma, come sempre, c’è un ma. Il grande vantaggio di queste formule – che qualcuno aveva iniziato a proporre anche per le auto usate, con un interessante canone a calare più si mantiene l’auto – è ovviamente la flessibilità di interrompere l’abbonamento quando si vuole.

Lynk & Co 01, la versione europea

Lynk & Co. 01

Se dell’auto si ha bisogno sempre e, soprattutto, se si fanno tanti chilometri, il noleggio a medio o a lungo termine e, persino, l’acquisto, possono risultare più convenienti. Lo diciamo perché sì, negli abbonamenti ci sono alcune percorrenze comprese; per Lynk & Co ad esempio, sono inclusi 1250 chilometri al mese. Gli ulteriori chilometri percorsi, come nel noleggio, si pagano.

Ma, oltre alla flessibilità temporale (e di percorrenze), diverse e, a volte anche fantasiose, sono le proposte delle società di subscription. Come quella, forse la più conosciuta, di Drivalia Car Cloud che permette di utilizzare questo abbonamento quasi come un noleggio a breve termine, avendo Mobility store negli aeroporti. Oltre a offrire, per ogni contratto (che ha un costo di 119 o 249 euro per l’iscrizione, che si fa su Amazon…) un voucher per l’utilizzo del car sharing con E+Share Drivalia con 24 ore di guida al mese per un trimestre.

Anche la subscription, come tutte le nuove forme di noleggio e mobilità, ha quindi aumentato la complessità nel decidere quale modalità scegliere per la propria mobilità. Arrendiamoci e dotiamoci di un foglio Excel – o magari chiediamo all’Intelligenza artificiale dandole tutti i dettagli sui nostri spostamenti… – per capire se l’abbonamento auto fa per noi. E per le nostre tasche.