Mercedes A 45 AMG, prova su strada [VIDEO]

Pensando alla Mercedes A 45 AMG che avrei guidato di lì a poco, cioè la candidata a diventare regina tra le hatchback sportive, non ho potuto fare a meno che pensare alla Lancia Delta Integrale. Per molti versi, la "super Classe A" la ricorda molto: motore 2.0 turbo, trazione integrale e carrozzeria a 5 porte che sprizza compattezza da ogni angolo. Ero curioso di capire se i tempi delle auto normali trasformate in “bombe” su quattro ruote erano finiti, un po’ come accaduto con l’estinzione dei dinosauri. Le premesse c’erano tutte, visti i 360 CV del propulsore quattro cilindri di serie più potente del mondo, e vista la strada dove ho messo alla prova il telaio della nuova piccola Stella “cattiva”. Vi racconto com'è andata.

NON MOSTRA CIÒ DI CUI È CAPACE

Il primo impatto con la A 45 AMG è di quelli che non ti aspetti. Me la immaginavo molto più incline a dichiarare tutte le potenzialità del suo motore e invece il suo look è piuttosto discreto. Fa molto understatement e tutto questo travestire il lupo da pecora, in realtà, mi piace molto. Proporzioni quadrate, pinze rosse dei freni e quattro terminali di scarico sono gli elementi distintivi che restano impressi, mentre il colore nero dell’esemplare che non aspetta altro che scatenarsi tra le curve è perfetto per mettere in risalto come fossero gemme i loghi AMG e TURBO rispettivamente sulla coda e sulla fiancata.

ROSSO, PER CORRERE

Pochi cambiamenti anche nell’abitacolo della A 45 AMG, visto che già la Mercedes Classe A, di suo...