Il 2.0 Multijet II da 140 CV è abbinato a cambio a 9 marce e al sistema 4x4 Active Drive Low. Costa 30.900 euro

Fin dal suo debutto la Jeep Renegade è riuscita a conquistare il mercato, contribuendo, insieme alla nuova Cherokee, ad aumentare sensibilmente le vendite del marchio americano nell’orbita di FCA. Adesso la sua famiglia si allarga con una nuova versione a trazione integrale in edizione speciale che si posiziona al di sotto di Limited e Trailhawk. Si chiama Renegade Upland ed è pensata per esaltare le capacità off-road di questo SUV. Esternamente si riconosce per alcuni dettagli estetici particolari, come i cerchi in lega neri da 17" e l'esclusiva decalcomania "UPLAND" posta sul lato del guidatore e quello del passeggero; inoltre ha dotazioni specifiche per la guida in fuoristrada, come il paraurti anteriore proprio della Trailhawk.


E’ equipaggiata con il 2.0 Multijet II da 140 CV, abbinato al cambio automatico a nove marce e al sistema 4x4 Active Drive Low con rapporto finale di riduzione di 16.5:1, e tra le dotazioni di serie offre il sistema di controllo della trazione Selec-Terrain, con quattro diverse modalità (Auto, Snow, Sand e Mud), e l'Hill-Descent Control (HDC), che consente una discesa progressiva e controllata su terreni dissestati o sdrucciolevoli. Per facilitare la guida ci sono anche il Cruise Control con limitatore di velocità, i sensori di parcheggio posteriori e i fendinebbia. A bordo i sedili sono rivestiti in tessuto nero, mentre il volante è in pelle (i tappetini all-season hanno il logo Jeep). Il quadro strumenti è da 3,5" con TFT, il climatizzatore è di serie così come pure la radio Uconnect con schermo touchscreen da 5". La Renegade Upland Special Edition è disponibile in cinque livree (Alpine White, Omaha Orange, Carbon Black, Solid Black e Hyper Green) con un prezzo di listino di 30.900 euro.

Jeep Renegade Upland, l’off road prima di tutto

Foto di: Eleonora Lilli