L’utilitaria giapponese passerà al turbo, ma è rara di seconda meno. Più facile trovare a buon prezzo quelle normali

Il passaggio della Suzuki Swift Sport al motore turbo non è stato ancora confermato in forma ufficiale, ma sembra ormai certo che la nuova generazione della bombetta giapponese al debutto al Salone di Francoforte rinuncerà al 1.6 aspirato da 136 CV in favore del 1.4 sovralimentato della Vitara. Questa piccola rivoluzione verrà accolta con entusiasmo da alcune persone e con scetticismo da altri, perché la Swift Sport era l'unica berlinetta in questa categoria ancora dotata di un motore aspirato, da guidare tirando le marce e non sfruttando la maggior coppia garantita dal turbo. Gli scettici potrebbero quindi indirizzarsi verso la Sport nei concessionari fino a pochi mesi fa, che si trova in vendita di seconda mano alle cifre giuste per concedersi una piccola "follia": nel nostro listino dell'usato la Sport si trova a meno di 10.000 euro.


Allo stesso prezzo stradale o da rally


In realtà molte persone sembrano aver giocato d'anticipo, perché la Swift Sport è quasi del tutto sparita. L'unica si trova presso un concessionario in provincia di Monza-Brianza ed è stata immatricolata a febbraio 2014, ha percorso 86.000 chilometri e per 9.900 euro offre un equipaggiamento molto ricco: secondo l'annuncio (visibile a questo link) ci sono anche i fari allo xeno, il climatizzatore automatico e il regolatore di velocità. Le 5 porte fanno perdere aggressività alla linea, ma in compenso rendono l'auto pratica e sfruttabile anche in città. Alla stessa cifra si trova anche un modello preparato da rally, non omologato per la circolazione su strada (le caratteristiche sono a questo link), ma è sufficiente mettere da parte le velleità sportive per entrare in possesso di un'utilitaria recente al prezzo di una citycar: la sesta generazione della Swift è in vendita da pochi mesi e ha contenuti più moderni rispetto alla Sport, che appartiene ancora alla vecchia serie (quella nuova sarà mostrata entro fine 2017).


Meno di 12.000 euro per quelle a chilometri zero


Un concessionario di Milano (qui l'annuncio) vende a 11.990 euro la Swift con il 1.2 a benzina da 90 CV e accessori non comuni per un modello in questa fascia di prezzo: ci sono ad esempio lo schermo nella plancia da 7 pollici, la telecamera di parcheggio, i comandi vocali e il volante multifunzione. L'auto è ancora da immatricolare ed è a chilometri zero come quella esposta a Campodipietra, in provincia di Campobasso (vedi qui l'annuncio), che di euro ne costa addirittura 1.000 in meno: parte da 10.950 euro e ha il 1.2 da 90 CV.


 


 


 

Nuova Suzuki Swift Sport, i prezzi

Foto di: Nicola Desiderio