Chi ama la velocità la ama a prescindere dal “dove” e dal “come”. Sia che ci si trovi tra i cordoli di una pista, sia che si stia fendendo onde in mare aperto, la sensazione di velocità e potenza deve accompagnare chi guida. Figuratevi poi se si parla dei pochi fortunati che potranno portarsi a casa la Mercedes-AMG Project One, hypercar mossa da un powertrain da 1.000 CV derivato dal mondo della Formula 1. Per loro tutto deve andare veloce come il vento e a loro è dedicato il Cigarette Racing 515 Project ONE, super motoscafo prodotto dalla statunitense Cigarette Racing ispirato proprio all’hypercar della Stella. Le due Case non sono nuove a questo tipo di collaborazione che negli scorsi anni ha dato vita ad altri 2 fuoribordo ispirati uno alla AMG SLS e l’altro alla AMG GT3.

Potenza del mare

Il richiamo al mondo AMG è più che evidente, con il logo di Affalterbach che occupa gran parte della fiancata e la scritta “Project One” sul lunghissimo muso. Come la sua “sorella” su ruote anche il Cigarette Racing 515 Project ONE dà immediatamente la sensazione di potenza. Una potenza che espressa in numeri dice più di 3.100 CV, sufficienti a trasportare pilota e passeggeri fino a circa 220 km/h. Passeggeri e pilota seduti su speciali sedili con guscio in fibra di carbonio, proprio come la Mercedes-AMG Project One. Il super motoscafo statunitense infatti non si ispira solo nel nome alla Project ONE, ma ne riprende anche contenuti estetici e tecnici.

Alla ricerca della leggerezza

Come la Project ONE anche il Cigarette Racing vuole essere il più leggero possibile e per farlo i progettisti hanno utilizzato materiali come fibra di carbonio e kevlar, grazie ai quali il 515 Project ONE riesce a pesare circa 2 tonnellate in meno rispetto al fratello più piccolo Cigarette Racing 41’ SD GT3. Non male per un “bestione” lungo più di 15 metri, contro i 12 e poco più del fratellino.