Elettrici, grandi, con forme da coupé o per il fuoristrada duro e puro: ecco le novità a ruote alte più attese

Ormai sarebbe sbagliato parlare di “fenomeno SUV”, perché i modelli ad assetto rialzato rappresentano la parte più importante del mercato auto e ai numerosi modelli già presenti se ne aggiungeranno tanti altri, con forme, misure e motorizzazioni per tutti i gusti. La parola d’ordine rimane la stessa: assetto rialzato. Una ricetta con ingredienti differenti a seconda dei brand: alcuni pronti a lanciarsi nel mondo della trazione 100% elettrica, altri a sperimentare tipi di carrozzeria particolari o sempre e comunque affezionati al mondo del fuoristrada duro e puro.

Al top del mercato

Come visto pochi giorni fa i SUV per alcune Case rappresentano la stragrande maggioranza delle immatricolazioni, mentre per altre pesano ancora relativamente poco sul totale del venduto. Basta prendere come esempio la classica triade tedesca BMW, Daimler e Volkswagen (intesi come gruppi), per i quali i modelli a ruote alte rappresentano rispettivamente il 33%, 29% e 22% delle auto vendute. Non è allora un caso che i primi 100% modelli elettrici saranno proprio dei SUV. Tutti li vogliono, tutti li cercano e tutti li producono.

Lista d’attesa

Avessimo dovuto far entrare tutte le novità attese nei prossimi 2 anni, avremmo dovuto creare una gallery infinita, tanto è lunga la lista di modelli ad assetto rialzato. Abbiamo quindi operato una scelta ridotta a 15 modelli, tra i più rappresentativi (secondo noi) e ancora da presentare ufficialmente. Mancano infatti le novità viste e provate negli ultimi mesi, come ad esempio la Jaguar I-Pace, prima elettrica del brand inglese, o la Audi Q8, che il nostro Andrea ha incontrato dal vivo pochi giorni fa. Discorso inverso per il SUV Ferrari (o, per meglio dire, FUV). Per ora non è sicuro il suo arrivo entro il 2020 e rimane quindi fuori dal nostro slideshow.