Il fuoristrada di FCA sarà nelle concessionaria italiane a settembre 2018

In attesa di provarla e farvi sapere come va la nuova generazione della Jeep Wrangler, ecco finalmente arrivare l’ufficialità per quanto riguarda motori e allestimenti che caratterizzeranno il fuoristrada statunitense in Italia. L’arrivo nel Bel Paese è fissato per il prossimo settembre, con prezzi di listino ancora da ufficializzare.

Benzina o diesel

Dell’estetica rinnovata e del gran pieno di tecnologia sappiamo già tutto, quello che ci mancava era sapere cosa ci sarà sotto il cofano della Jeep Wrangler “italiana”. Prima la cattiva notizia (almeno per gli amanti dei motori più grossi): niente V6 Pentastar da 3,6 litri e 285 CV, troppo sovradimensionato per il mercato nostrano. Non mancano comunque i cavalli al 2.0 turbo benzina 4 cilindri, che a 5.250 giri butta a terra 275 CV e 400 Nm di coppia. Abbinato al sistema stop/start e al cambio automatico 8 rapporti, è dotato anche del sistema di ricircolo dei gas di scarico CEGR. Filtro presente anche nel 2.2 Multijet II da 200 CV e 450 Nm di coppia, abbinato sempre al cambio automatico 8 rapporti. La trasmissione è stata tarata appositamente per l’offroad, terreno di caccia naturale della nuova Jeep Wrangler che, come i veri fuoristrada, non rinuncia al telaio a longheroni. Naturalmente tutte le versioni sono equipaggiate con la trazione integrale, disponibile in differenti tarature a seconda degli allestimenti.

3 per 1

Allestimenti che saranno 3: Sport, Sahara e Rubicon, con il primo disponibile unicamente con carrozzeria 2 porte. La Jeep Wrangler Sport di serie poggia su cerchi in lega da 17" e utilizza la trazione integrale Command-Trac, esattamente come la Sahara che monta però cerchi da 18”. È più estrema la versione Rubicon, con cerchi da 17" che calzano pneumatici da 32 pollici BF Goodrich Mud-Terrain e monta la trazione Rock-Trac. Entrando nello specifico la trazione Command-Trac ha una scatola di rinvio a 2 velocità e presenta 4 modalità di guida (più la Neutral): 2H (High - a due ruote motrici) 4H AUTO (High - a quattro ruote motrici Full-Time Active On-Demand), 4H Part-Time (High - a quattro ruote motrici Part-Time), N (Neutral) e 4L (a quattro ruote motrici con marce ridotte). La Rock-Trac aggiunge bloccaggi elettrici dei differenziali anteriori e posteriori e il sistema di disconnessione elettronica della barra stabilizzatrice.

Quella al top

Disponibile sull’allestimento Sahara è il pacchetto speciale Overland, che aggiunge cerchi in lega da 18”, fari con cornici Bright, griglia con finiture lucide e in tinta con la carrozzeria, copri ruota rigido e interni in pelle. Per tutti gli allestimenti della nuova Jeep Wrangler sono disponibili moderne tecnologie come la telecamera di parcheggio posteriore, il Blind-Spot Monitoring con Rear Cross Path detection, il sistema di infotainment Uconnect con monitor da 8,4” e tanto altro.

Leggi anche:

Fotogallery: Nuova Jeep Wrangler, l’icona del 4x4 è più leggera e tecnologica