Due secondi sul giro: tanto valgono i miglioramenti telaistici (e non solo) sulla Honda NSX 2019. Dove? Sul circuito di Suzuka, naturalmente. Gli stessi cordoli che, 26 anni fa, hanno visto sfrecciare la NSX-R guidata da un certo Ayrton Senna in mocassini e calzino bianco d'ordinanza. Roba d'altri tempi.

Rigidità e compostezza

Già, perché la Honda NSX 2019 è lontana anni luce dalla nonna. Per regalare un'esperienza di guida ancora più coinvolgente, i tecnici hanno aggiunto barre antirollio modificate, che aumentano la rigidità del 26% davanti e del 19% dietro. Più duri anche i mozzi posteriori e le boccole, per accrescere precisione e reattività. Ma non è tutto, perché Honda ha anche ricalibrato il software di gestione del sistema Hybrid SH-AWD, il servosterzo elettrico, il controllo di stabilità e gli ammortizzatori magnetoreologici attivi, ammorbiditi nella posizione più soft. Ciliegina sulla torta, i pneumatici Continental SportContact 6, sviluppati esclusivamente per la NSX 2019. Ma i tecnici sono intervenuti anche con nuovi iniettori, un miglioramento della risposta del turbo alle temperature più elevate e un nuovo filtro antiparticolato: così, la NSX è conforme alla normativa antinquinamento Euro 6d-TEMP. Invariata la potenza, fissa a 581 CV.

Leggi anche

Look e interni

Ma, come ogni Model Year che si rispetti, anche questo porta con sé alcune lievi modifiche estetiche. La più evidente è senza dubbio la nuova tonalità Thermal Orange Pearlescent arricchita, volendo, dalle pinze freno in tinta se si scelgono i dischi carboceramici. Poi, i più attenti avranno notato che il baffo superiore della calandra è ora dello stesso colore della carrozzeria mentre le griglie dei paraurti si tingono di nero lucido. All'interno, la Honda NSX 2019 conquista – in opzione – la pelle rossa oppure un nuovo tessuto Indigo Blu se si sceglie l'abbinamento pelle-Alcantara.

Fotogallery: Honda NSX 2019