Con il SUV a batterie la Stella inaugura la nuova serie di modelli completamente elettrici, in vendita dal 2019

La prima di una nuova specie. Dopo averla intravista e "chiacchierata" attraverso un serie di teaser, che ci hanno mostrato prima il posteriore poi gli interni e poi la firma luminosa anteriore, ecco finalmente svelata la Mercedes EQC, il SUV medio della Stella che inaugura la nuova famiglia di modelli EQ, vero e proprio marchio nel marchio (esattamente come AMG) che identificherà d’ora in avanti tutte le full electric di Stoccarda. Lei, la EQC, avrà 400 CV e arriverà in concessionaria entro la prima metà del 2019. Dunque è presto per parlare del prezzo, ma c'è tanto altro da raccontare.

Il mondo Mercedes EQ

Stile tutto Mercedes

Chi si aspettava una rivoluzione degli stilemi Mercedes rimarrà deluso. La EQC, infatti, mantiene l'impronta dei SUV della Stella di ultima generazione, in particolare della GLC, con un electro-look costituito dal elementi esclusivi, come il grande pannello frontale che integra i fari con la griglia, il tutto incorniciato in alto da una firma a LED che funziona anche da luce diurna. Per il resto la linea ricorda abbastanza quella della GLC.

Mercedes EQC
Mercedes EQC

Oro rosa e azzurro per l'abitacolo

Anche gli interni non si discostano molto da quelli a cui ci ormai abituato la nuova Classe A con il grande monitor che permette di gestire, tra le altre cose, il sistema MBUX (ottimizzato con funzioni specifiche per i veicoli EQ) e che occupa buona parte della plancia, così come il volante multifunzione personalizzato nei comandi cromati. A caratterizzare l’abitacolo vi sono però le prese d’aria esclusive key shaped e l’illuminazione oro rosa che si alterna con il classico azzurro simbolo della trazione elettrica.

Mercedes EQC
Mercedes EQC

Due motori per 400 CV

Trazione elettrica integrale che si basa su due motori, uno all’anteriore che svolge, per così dire, l’ordinaria amministrazione, e uno al posteriore che interviene quando si richiedono prestazioni sportive. Insieme, generano una potenza massima di 408 CV per una coppia di 765 Nm. Numeri importanti che fanno il paio con un’autonomia, dichiarata per gli USA, di oltre 320 km (più di 450 km in ciclo europeo NEDC) e fornita da un pacco batterie di 80 kWh. Non tantissimi chilometri a dire la verità, anche se la velocità massima (autolimitata) arriva fino a 180 km/h ed è auspicabile che con i cicli di omologazioni europei WLTP l’autonomia possa salire.

Cinque programmi per ottimizzare la carica

Molto lavoro è stato fatto sui “powerpack” anteriore e posteriore, isolati sia dal telaio in basso sia in alto dalla carrozzeria per garantire la massima sicurezza in caso di impatto, lo stesso isolamento regala anche un'estrema silenziosità. Non dimentichiamo che, nei veicoli elettrici, l’autonomia deriva molto dallo stile di guida. Per venire incontro al conducente Mercedes-Benz ha studiato cinque programmi di guida: Comfort, Eco, Max Range, Sport e indivdual. In aggiunta il grado di recupero di energia in rilascio è selezionabile attraverso i pad dietro al volante sempre da cinque posizioni; in quella che prevede il massimo recupero la guida può avvenire anche attraverso la sola gestione del pedale dell’acceleratore senza utilizzare il freno.

Mercedes EQC
Mercedes EQC

80% di ricarica in 40 minuti

Tempi di ricarica? Dipendono dal tipo di caricabatterie utilizzato. Come standard l’EQC monta sia un classico caricabatterie raffreddato a liquido (OBC) che ha una capacita di 7,4 kW che si adatta alle prese domestiche, ai Wallbox e alle colonnine pubbliche, sia un caricabatteria a corrente continua CSS che riceve fino a 110 kW (contro, ad esempio, i 150 kw dell'Audi e-tron) e, a seconda dello stato della batteria, riesce “rifornire” in 40 minuti partendo da 10% fino all’80% della carica. Dal punto di vista dell’assistenza alla guida anche la EQC è equipaggiata con gli ADAS Mercedes di ultima generazione come l’Adaptive Cruise control predittivo che regola la velocità in base alle info sul traffico.

Fotogallery: Mercedes EQC