Il SUV grande, “cugino” della Kia Telluride, offrirà sette o otto sedili e tanti comfort. Ma imporsi non sarà facile

All'interno di un mercato sempre più globale e uniformato, dove molte auto sono vendute in tutto il mondo con differenze minime, quello che non si può cambiare sono i gusti delle persone. Lo sa bene chi è stato almeno una volta negli Stati Uniti, perché qui fra le vetture più popolari ci sono i grandi SUV a tre file di sedili con sette o otto posti, modelli lunghi circa 5,00 metri quasi del tutto assenti in Europa, dove pagano gli ingombri fuori “scala” per le nostre strade. Dal 2019 entrerà in questa categoria anche la Hyundai (ecco tutte le altre novità in arrivo): il costruttore coreano sta lavorando infatti alla Palisade (il nome è ancora provvisorio), un SUV lungo circa 5,00 metri che darà fastidio alle Chevrolet Traverse, Ford Explorer, Dodge Durango e Volkswagen Atlas.

Il montante avanzato ricorda la Mercedes GLE

Per ricostruire l'aspetto della Hyundai Palisade ci siamo basati sulle immagini spia scattate agli esemplari di prova e sulla proposta di stile HDC-2, una concept car mostrata lo scorso giugno che lasciava intendere molto chiaramente l'aspetto dell'auto di vendita. Non a caso il nostro disegno “eredita” dalla HDC-2 la mascherina a forma di diamante, i sottili fari anteriori (non più integrati nella griglia) e il montante posteriore del tetto avanzato, una soluzione ispirata alla Mercedes GLE che aiuta ad aver un lunotto più avvolgente: sembra infatti che il vetro posteriore abbracci il centro del portellone e anche i suoi lati. Sulla Palisade troveremo anche i fari fendinebbia ai lati del fascione, un dettaglio già visto sulla nuova Santa Fe.

SUV sempre più richiesti

Sotto il “vestito” è una Kia

Il gruppo Hyundai-Kia ha deciso di muoversi in “blocco” per i SUV di taglia maxi, perché sia la Palisade che la “cugina” Kia Telluride sono basti sulla stessa meccanica a trazione anteriore o integrale e adottano lo stesso motore: stando alle prime anticipazioni dovrebbe essere il V6 3.3 che in Europa abbiamo già visto sulla Stinger, dove eroga 370 CV. Il cambio è l'automatico a 8 marce. La dotazione si preannuncia molto ricca e dovrebbe includere tutti i più recenti sistemi, tanto per l'assistenza alla guida (come il mantenimento della corsia, la frenata anti-investimento) quanto per il comfort di bordo: non dovrebbero mancare il modulo internet per la connessione a bordo ed i sedili riscaldati e ventilati.

Fotogallery: Hyundai Palisade, il rendering