Per la Ibiza TDI da 95 CV sono previsti sconti fino a 6.600 euro con rottamazione e rate a tasso agevolato

Le economiche utilitarie di un tempo sono cresciute e maturate, e oggi possono svolgere senza rinunce il ruolo di unica vettura da famiglia. È, ad esempio, il caso della Seat Ibiza, adatta sia alla città che ai lunghi viaggi, con tecnologie moderne e un buon livello di finitura. Ma si possono ottenere sconti ad agosto? Seat propone per la Ibiza diverse tipologie di offerte; quella in evidenza è per l’Ibiza FR TDI, con il 1.6 TDI da 95 CV.

Vantaggi

La piccola spagnola può essere acquistata con 35 rate da 129 euro al mese, partendo da un listino di 16.900 euro ma con 2 anni di garanzia aggiuntivi (o 40.000 km) e 2 anni di polizza furto e incendio, il Pacchetto First Trip da 24 mesi, e accessori come il Navigation Pack e i fari full led, per un totale di 6.600 euro di vantaggi.

Nell’esempio, l’anticipo da versare è di 4.197,84 euro, mentre il valore futuro garantito è di 8.988,03 euro; il totale comprende anche la spesa per la pratica (300 euro), e vanno aggiunte le spese di bollo e comunicazioni, ma non l’incasso rata che non ha costi. Si può accedere a questa offerta entro il 31 agosto, con il contributo delle concessionarie Seat aderenti, con un’auto da rottamare immatricolata non oltre il 31 dicembre 2009 e in possesso da almeno 6 mesi.

I tassi del finanziamento (TAN 3,99 fisso, TAEG 5,24%) sono tra i più convenienti tra quelli proposti dalle case auto in agosto, e questo vale anche per i costi della spesa pratica. Da sottolineare anche come quello indicato nel sito sia uno dei numerosissimi esempi possibili di finanziamento, a seconda di modelli, accessori in più, vettura da permutare o altri servizi: non per niente, il sito fornisce non solo una maschera specifica per la richiesta di un preventivo sul modello richiesto, ma anche un simpatico servizio di chat in tempo reale, anche per semplici informazioni aggiuntive.

Svantaggi

Nel sito, anche nelle note in piccolo, non sono indicati i dati relativi al chilometraggio massimo della vettura per non incorrere in penali nella rata finale, né sono indicate le operazioni possibili al termine del pagamento delle rate, come la restituzione o il rifinanziamento.

Nell’esempio mancano anche indicazioni specifiche su costi variabili come IPT e PFU. Non chiarissima anche la definizione delle offerte, in particolare tra quella principale in massima evidenza, le indicazioni secondarie riassuntive sul modello, e le note finali, che non sembrano corrispondere esattamente. Sempre meglio trattare ogni singolo dettaglio con il concessionario.

Fotogallery: Seat Ibiza 1.0 TGI