È stata perfezionata l'integrazione delle principali app di musica e ora si sfrutta la SIM dell'auto

Col passare del tempo, i sistemi di infotelematica cercano sempre più di emulare in tutto e per tutto gli smartphone. Uno dei servizi più sfruttati alla guida, insieme ai vari navigatori come Google Maps, è sicuramente lo streaming musicale.

A tal proposito, il gruppo BMW ha creato una nuova piattaforma per integrare nel modo più completo la musica dallo smartphone alla propria auto: Connected Music.

BMW Connected Music

Solo un log-in

Con questo sistema, a detta della Casa tedesca, si ha accesso in modo illimitato agli account di Spotify, Deezer e Napster, con tanto di playlist e impostazioni personali. Basta fare l'accesso ai servizi di streaming musicale con il proprio account premium, e tutte le preferenze selezionate dall'utente sull'app nel telefono vengono trasferite sulla vettura.

Da qui, ogni volta che viene riprodotta una canzone, la piattaforma la salva sul disco rigido del sistema, in modo che rimanga disponibile anche se dovesse interrompersi la connessione. E a proposito di connessione, non vengono consumati i dati internet del proprio telefono: BMW mette a disposizione una SIM direttamente installata nell'auto, senza costi aggiuntivi per il roaming in 14 paesi europei.

La propria musica a portata di "Hey"

La funzione però più interessante sembra essere quella del comando vocale, attraverso l'Intelligent Assistant BMW, che consente di richiedere un particolare artista, una canzone, un album o anche modificare le impostazioni di riproduzione come lo shuffle, direttamente chiedendolo all'auto stessa.

Connected Music fa parte del Connected Package Professional, disponibile dal gennaio 2020, ed è integrato nei veicoli per tre anni dopo l'uscita dalla fabbrica.