Che ci crediate o no, il tempo passa più velocemente di questo sembri, visto che solo 10 anni fa da Hentel trapelarono le prime notizie relative ai lavori per sviluppare l'erede della Lotus Esprit. Più precisamente, quelle voci cominciarono a diffondersi durante il Salone di Parigi nel 2010.

Da quella data, abbiamo continuato ad aspettare le foto di un prototipo o qualche informazione più dettagliata, ma solo oggi, per la prima volta, arriva un segno inequivocabile che qualcosa stia effettivamente bollendo in pentola.

Nome storico

Le promesse su un ampliamento della gamma prodotti, tra l'altro, non sono mai state rispettate, ma sembra che adesso finalmente il listino sia pronto per dar spazio a un'altra sportiva. Il 2020 è stato l'anno della rivoluzione in casa Lotus, vuoi per la prima hypercar elettrica, ma anche per il fatto che finalmente, le nuove foto spia, testimoniano che il processo di sviluppo per l'erede della Esprit è iniziato.

Fotogallery: Lotus Esprit foto spia

Base in comune

Se guardiamo un po' meglio le immagini, notiamo che queste ritraggono una Lotus Evora, sebbene sia stata chiaramente allargata nelle carreggiate. La Esprit dovrebbe quindi poter usare questi stessi elementi (telaio e motore), anche se non ancora confermati.

Stando così le cose, la macchina dovrebbe arrivare sul mercato all'inizio del 2021, rendendo prevedibile una presentazione ufficiale entro la fine dell'anno. Inoltre, non è ufficiale il fatto che Lotus riporti su strada il mitico nome Esprit, magari in favore di un altro nome per il suo prossimo modello.

Lotus Esprit fotos espía

Esercizi tecnici

Quando Lotus mostrò per la prima volta un concept relativo a questo progetto nel 2010, equipaggiò il modello con un motore V8 da 5,0 litri di origine Toyota. Doveva avere circa 500 CV, nel caso della versione di accesso, mentre quella cifra poteva raggiungere i 550 CV, per un'ipotetica versione più spinta

Lotus Esprit fotos espía

Tuttavia, da allora il comparto meccanico è completamente cambiato. Nuove indiscrezioni suggeriscono che Lotus continuerà a rivolgersi a Toyota per motorizzare il suo modello, ma opterà invece per un powertrain elettrificato da 3,5 litri V6. È prevedibile che questo propulsore ibrido continuerà a toccare la barriera dei 500 CV, superando l'attuale dei 400 CV, offerto dalla Evora 410.

Fonte: Carpix