Grazie alle moderne tecnologie quattro pistoni "spingono" come se fossero in sei

Oggi i motori a quattro cilindri garantiscono livelli di potenza che fino a qualche anno fa si potevano raggiungere solo con sei cilindri almeno. Ad esempio, la Porsche 911 della serie 996 - prodotta fino al 2006 - aveva 300 CV nella versione base, grazie a un boxer sei cilindri da 3,4 litri. Oggi invece in alcuni casi si riescono addirittura a superare i 400 CV con quattro camere di combustione e spesso senza superare i due litri.

Vi proponiamo quindi una lista dei propulsori con questa disposizione più potenti di sempre - in ordine crescente - e le auto su cui vengono utilizzati. E si comincia già con 245 CV di una berlina a due volumi tedesca, una cosiddetta "hot hatch".