I fari hanno la forma dei diamanti e l'infotainment è ancora più personalizzabile. Costa 180.000 euro, minimo

Nel gennaio del 2015, Bentley ha deciso di mettersi in gioco anche nel segmento dei SUV, rivelando il nome della prima auto a ruote alte della Flying B, la Bentayga. Questa fu un successo crescente per la Casa inglese, tanto che a oggi sono stati costruiti a mano 20.000 esemplari del SUV Bentley, con le vendite del 2019 che furono l'80% in più rispetto all'anno precedente.

E a cinque anni dal debutto, ecco che arriva un profondo restyling della Bentayga: si tratta della prima auto presentata dall'inizio del programma Beyond100 di Bentley - lanciato in occasione del centenario della Casa inglese -  e le novità riguardano sia gli interni sia l'esterno.

Look "muscoloso"

Nel complesso, il SUV di lusso inglese segue le orme del design inaugurato dalla Continental GT e dalla Flying Spur. Il frontale è stato ridisegnato e cambia le proporzioni delle varie componenti rispetto al passato, mentre il cofano è più alto di circa tre centimetri per dare alla Bentayga restyling un aspetto più imponente. I fari, a LED, hanno una trama interna simile al diamante.

Fotogallery: Bentley Bentayga restyling 2020

Lateralmente, oltre al nuovo disegno dei cerchi in lega, spicca un design nel complesso "muscoloso" e ben definito, anche grazie alla pronunciata arcata posteriore allargata ripresa dalla generazione precedente. La linea del tetto e lo spoiler, poi, fanno sembrare l'auto "allungata".

Dove probabilmente è più facile vedere le differenze, però, è al posteriore: la prima cosa che salta all'occhio è il nuovo disegno dei gruppi ottici, prima più squadrati e ora ovali a sviluppo orizzontale, anche qui con una trama interna simile al diamante.

Bentley Bentayga restyling 2020
Bentley Bentayga restyling 2020

Il paraurti è stato ridisegnato e, insieme all'aumento effettivo della carreggiata di tre centimetri, rendono l'auto visivamente più larga rispetto alla versione pre-restyling.

Più spazio per le gambe

Le novità principali degli interni riguarda principalmente il sistema di infotainment da 10.9 pollici, che vanta una nuova interfaccia personalizzabile a proprio piacimento e nuove funzioni (fra cui Apple Carplay wireless, ma non manca Android Auto). 

Bentley Bentayga restyling 2020

Non è l'unico schermo dell'abitacolo, però, perché oltre al digital cockpit è ora disponibile anche un tablet da cinque pollici posteriore, simile a quello introdotto sulla Flying Spur.

E a proposito di divano posteriore, la Bentayga restyling è disponibile in tre configurazioni: sette posti, cinque posti e quattro posti, con quest'ultima che adesso offre la ventilazione dei sedili anche per chi siede dietro. In generale lo spazio per le gambe aumenta rispetto alla versione precedente, nel caso del quattro posti si parla di 10 centimetri in più.

Bentley Bentayga restyling 2020
Bentley Bentayga restyling 2020

Altre novità interne riguardano principalmente i dettagli, come gli inserti in legno, la trama a diamante ripresa sull'alluminio di cruscotto e portiere - oltre che sulla pelle dei sedili - e le combinazioni di chiaro-scuro disponibili.

V8 "standard", ma presto plug-in e W12

Il primo motore disponibile per la Bentley Bentayga restyling è il 4.0 V8 Twin Turbo da 550 CV e 770 Nm, già conosciuto sulla precedente generazione, ma Bentley dice che più avanti è prevista sia una versione Hybrid - con il V8 affiancato da un sistema ibrido plug-in - sia una variante più sportiva Speed, mossa dal caratteristico 6.0 W12.

Bentley Bentayga restyling 2020

Il debutto sul mercato

Secondo quanto detto da Bentley, la Bentayga restyling dovrebbe essere disponibile già a breve per il mercato europeo, a partire da inizio luglio. Per le varianti Hybrid e Speed, invece, è probabile che arriveranno nel 2021.

Per quanto riguarda i prezzi, Bentley non ha parlato di cifre precise, limitandosi a dire che la Bentayga restyling dovrebbe costare "circa il 5% in più della generazione attuale". Secondo questo ragionamento, quindi, il prezzo di partenza dovrebbe aggirarsi attorno ai 180.000 euro.