La monoposto stradale in serie limitata fa il pieno di premi a due anni dal debutto

Prepariamoci a vedere presto una Ferrari Monza SP1 in qualche galleria d'arte o mostra di design e non solo al Museo Ferrari di Maranello.

La bellissima monoposto stradale della serie speciale "Icona" ha infatti appena vinto un nuovo premio che ne certifica lo status di capolavoro del design industriale: il Compasso d'Oro 2020.

Quarto premio in bacheca per la Monza SP1

Per le Monza SP si tratta del quarto riconoscimento internazionale per il design che segue il Red Dot Award 2019, l'iF Gold Award 2019, oltre al premio "Most Beautiful Supercar of the year 2018" assegnato alla SP2.

Fotogallery: Ferrari Monza SP1 e SP2

I giurati dell'ADI (Associazione per il Disegno Industriale) hanno consegnato oggi il Compasso d'Oro 2020 nella cerimonia biennale di premiazione tenutasi a Milano, a Flavio Manzoni (Chief Design Officer) e Jane Reeve (Chief Communication Officer) in rappresentanza della Ferrari.

Non "cade nel vintage"

La vittoria della Ferrari Monza SP1 è stata ottenuta per "la sua capacità di proiettarsi nel futuro facendo tesoro della memoria e senza cadere nel vintage", merito non da poco per una barchetta ad altissime prestazioni che si ispira proprio alle Sport da corsa Anni '50 del Cavallino Rampante.

Ferrari Monza SP1

Terzo Compasso d'Oro in Ferrari

Per Ferrari si tratta del terzo Compasso d'Oro in bacheca, dopo quello della F12berlinetta nel 2014 e della FXX K nel 2016, mentre dal 1954 ad oggi il premio è stato dato solo undici volte a un'auto.

V12 da 810 CV

Ricordiamo che la Ferrari Monza SP1, così come la biposto Monza SP2, è una spider in serie limitata senza tetto e senza parabrezza realizzata sulla base della 812Superfast e che col suo 6.5 V12 da 810 CV è in grado di superare i 300 km/h e di scattare da 0 a 100 km/h in appena 2,9 secondi. Il prezzo è di 1,59 milioni di euro.

Ferrari Monza SP1