Sotto il cofano c'è un V8 da 650 CV. Il peso? Solo 907 kg

In pochissimi conosceranno la Lucra Cars, piccola azienda fondata nel 2006 dall'inglese Luke Richards. All'epoca, pensava che le auto europee fossero le più belle e maneggevoli, ma non erano abbastanza potenti e troppo lente sul rettilineo.

Per questo fondò l'Azienda e, nel 2010, terminò lo sviluppo LC470, la sua prima supercar, mix perfetto tra potenza e agilità, leggera e letale nel misto stretto come un kart, veloce sui rettilinei come le muscle car americane. Ne sono state prodotte solo 63 e una (telaio 499SD1BZ9K4700063) è adesso all'asta da worldwideauctioneers.com. Nessuna info sul prezzo di partenza.

Velocissima e maneggevole

La Lucra LC470 è considerata un'opera d'arte dagli esperti del settore. Il telaio è un pezzo unico di fibra di carbonio per ottimizzare la distribuzione e l'equilibrio dei pesi e offrire al tempo stesso la massima prestazione. Il peso complessivo? Solamente 907 kg, niente rapportato alla potenza in gioco.

Lucra LC470 Roadster

Era ordinabile con tre diversi motori sotto il cofano, con l'esemplare in vendita che è dotato di quello più potente. Sotto il cofano infatti c'è un motore americano, il V8 LS7 della Chevrolet Corvette C7 portato a quota 650 CV, in grado di far volare letteralmente la Lucra da 0 a 100 in 2,5 secondi spingendola ad una velocità massima di oltre 320 km/h. 

Il motore è accoppiato a un cambio manuale a cinque marce Tremec TR600 a corsa corta e a un differenziale Dana a slittamento limitato. I freni sono ovviamente a disco e, dalla fiancata, spunta fuori lo scarico laterale personalizzato dotato di collettori e silenziatori Magnaflow. L'interno è spartano, rifinito in pelle Connolly grigia con sedili sportivi in alluminio. I cerchi sono dei Nitto da 18".

Fotogallery: Lucra LC470 Roadster