Passo indietro di Mitsubishi che nel 2020 aveva annunciato il ritiro dall’Europa. Il brand giapponese rafforzerà l’alleanza con Renault

Mitsubishi fortifica l’alleanza con Renault per rimanere sul mercato europeo. Il nuovo accordo prevede che la Casa giapponese metterà in vendita dal 2023 due nuovi modelli realizzati su base Renault e prodotti negli stabilimenti francesi.

Le proposte di Mitsubishi saranno comunque differenti sul piano estetico e utilizzeranno le motorizzazioni francesi in quanto già rispettose delle nuove normative europee in materia d’inquinamento.

Cambio di piani

La svolta nei piani di Mistubishi era stata annunciata recentemente da Automotive News che riportava alcune indiscrezioni sui prossimi passi dell’alleanza.

Nel 2020 Mitsubishi aveva annunciato il suo ritiro dal mercato europeo a causa delle continue perdite in buona parte del continente. La decisione faceva parte di un cambio di strategia da parte dell’alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi che prevedeva di concentrarsi sui mercati maggiormente profittevoli di ogni brand. Per questa ragione, Mitsubishi si era detta pronta a focalizzarsi nel Sud-Est asiatico.

Ora un nuovo cambio di piani sembra aver ridato linfa al progetto della Casa giapponese sul mercato europeo. La svolta potrebbe essere arrivata da Luca De Meo, CEO di Renault, che aveva recentemente dichiarato di voler spingere la produzione degli stabilimenti Renault dal 70% attuale al 120% entro il 2025.

Da notare come Mitsubishi non costruisca auto in Europa dal 2012, ovvero da quando ha venduto il suo stabilimento nei Paesi Bassi.

Mitsubishi Eclipse Cross
Mitsubishi Eclipse Cross
Mitsubishi Space Star 2020
Mitsubishi Space Star

Le altre due parti dell’alleanza, Renault e Nissan, condividono già diversi impianti di produzione. Per esempio, Renault assembla la Nissan Micra a Flins, in Francia, mentre Nissan ha prodotto fino a qualche mese fa il pick-up Renault Alaskan a Barcellona.

Il primo modello nato dall’alleanza potrebbe essere una nuova Mitsubishi Space Star. Per il resto possiamo fare solo alcune ipotesi, che possono riguardare uno o due SUV/crossover di dimensioni diverse e una nuova edizione del pick-up L200.

In ogni caso, è probabile che, prima di rifondare completamente la propria gamma, Mitsubishi manterrà in vendita gli attuali modelli, tra cui la Eclipse Cross ibrida plug-in.

Le reazioni dei top manager

Entusiasta Jean-Dominique Senard, il presidente del consiglio operativo dell’Alleanza: “Sono contento che Mitsubishi rimarrà in Europa con una nuova gamma”, ha commentato il top manager francese. “L’Alleanza punta tutto sulla competitività e sulla massima condivisione delle risorse dei tre brand con l’obiettivo di trarre il massimo da ogni marchio”, ha aggiunto Senard.

Soddisfatto anche Takao Kato, CEO di Mitsubishi: “Nel medio termine non saremo in Europa, ma il nuovo accordo ci permetterà di offrire nuovi prodotti costruiti e sviluppati nel Vecchio Continente”, ha detto Kato.

Infine, la spiegazione di Luca De Meo, CEO del Gruppo Renault: “L’obiettivo dell’Alleanza è quello di concentrarsi su progetti meritevoli e questa decisione va incontro alle nostre aspettative di business e non solo”, ha sottolineato.