Secondo quanto riportato da Automotive News Europe, che cita il Financial Times, è molto probabile che Renault possa iniziare a produrre vetture Mitsubishi in Europa.

Una possibilità meno remota di quanto si possa pensare, dato che all'interno dell'Alleanza “situazioni” simili sono all'ordine del giorno.

A volte ritornano

Solo lo scorso anno Mitsubishi aveva dichiarato che avrebbe terminato le proprie attività in “veste” ufficiale in Europa. Un atto dovuto in funzione della forte contrazione di domanda delle vetture giapponesi da parte del pubblico europeo.

Fotogallery: Nuova Mitsubishi Outlander (2021)

Ma soprattutto una scelta dettata dalla strategia dell'Alleanza, che sostanzialmente indicava ai propri brand di focalizzarsi sui mercati maggiormente profittevoli. Seguendo tale piano Mitsubishi avrebbe dovuto “concentrarsi” sulla regione del sud-est asiatico.

Pare però che tale progetto potrebbe subire un cambiamento radicale, con la casa giapponese impegnata nuovamente in Europa anche sul fronte produttivo.

L'intervento di Renault

La nuova strategia che si presume verrà messa in atto dall'Alleanza, prevede che la casa della Losanga metta a disposizione i propri stabilimenti per la “causa” Mitsubishi. Una decisione a riguardo potrebbe essere presa già il prossimo giovedì.

Una scelta corroborata dal fatto che l'amministratore delegato di Renault Luca de Meo ha dichiarato di voler aumentare l'utilizzo della capacità negli stabilimenti Renault al 120% entro il 2025, dal 70% attuale. Dopotutto sino al 2012 Mitsubishi ha prodotto alcune vetture direttamente nel nostro continente, prima di vendere la fabbrica di Nedcar nei Paesi Bassi.

L'ipotesi di un ritorno sui propri passi, farebbe propendere alla possibilità di vedere in commercio anche in Europa il nuovo Outlander, che il prossimo aprile debutterà negli Stati Uniti. Una vettura che è sempre piaciuta al pubblico del Vecchio Continente. Da parte di Renault non è stato fatto alcun commento. Aggiornamenti possibili nelle prossime settimane.