Si chiama Ferves Ranger ed è uno dei 50 esemplari rimasti nel mondo. Concepito negli anni ’60 era derivato dalle FIAT 500 e 600

Forse non ne avete mai sentito parlare, eppure il Ferves Ranger è uno dei fuoristrada più originali della storia. Non ha avuto lo stesso successo della Jeep Wrangler e della Land Rover Dender, ma è vero anche che è stato prodotto in soli 600 esemplari dal 1965 al 1970. Un esperimento decisamente originale con “cuore e mente” italiani.

Un modello ottimamente conservato di Ferves Ranger sarà in vendita all’asta di RM Sotheby’s che si terrà ad Amelia Island, in Florida, nella seconda metà di maggio.

Origini italiane

Presentato al Salone dell’Auto di Torino del 1966, l'insolito fuoristrada porta la firma di Carlo Ferrari, mentre come base meccanica vennero usati alcuni elementi provenienti dalle Fiat 500 e Fiat 600 dell’epoca. 

1968 Ferves Ranger
1968 Ferves Ranger

Nello specifico, vennero montati il motore da 0,5 litri con 19 CV della 500 e le sospensioni della 600D. Naturalmente, a renderlo diverso rispetto alle utilitarie c’era l’aspetto smaccatamente off-road con porte rimuovibili, parabrezza ripiegabile e quattro posti a sedere.

All'epoca il Ranger era offerto nelle varianti a due e quattro ruote motrici e si stima che ne siano rimaste solo 50 in tutto il mondo.

Va ovunque, ma senza fretta

Il modello dell’asta ha la trazione anteriore e si distingue per la brillante tinta gialla in contrasto con gli interni neri. È presente anche una capote nera quando il meteo volge al brutto.

Prima che venisse acquistata dalla casa d’aste, il Ferves (acronimo di FERrari Veicoli Speciali) apparteneva ad un appassionato, nel cui garage sono ancora oggi presenti vari esemplari del Ranger.

1968 Ferves Ranger
1968 Ferves Ranger

Il Ferves è omologato per la strada (almeno negli Stati Uniti) ed è perfettamente funzionante, per scampagnate su asfalto o in fuoristrada. Con molta calma, però, visti i 72 km/h di velocità massima.

Fotogallery: 1968 Ferves Ranger