Lo abbiamo scritto molte volte: il mondo dell’auto è strettamente legato all’esplorazione dello spazio. I primi veicoli in grado di muoversi sulla Luna sono nati proprio grazie alla collaborazione tra i costruttori di vetture e le agenzie spaziali. Un rapporto che prosegue fino ai giorni nostri come dimostra il prototipo di rover lunare realizzato da Nissan per la Japan Aerospace Exploration Agency (JAXA).

Tecnologie dal mondo auto

Svelato in occasione dell’evento Nissan Futures, questo rover è il risultato di un progetto di ricerca tramite il quale il marchio giapponese sviluppa nuovi sistemi per il controllo dei veicoli, una caratteristica fondamentale quando si tratta di esplorazione dello spazio. Un rover lunare deve essere in grado di affrontare terreni polverosi, rocciosi e sconnessi, oltre ed essere efficiente dal punto di vista energetico.

Con l’obiettivo di garantire la massima stabilità e sicurezza durante la guida, il veicolo adotta soluzioni presenti sui modelli elettrici prodotti da Nissan. A questo proposito la ricerca ha applicato al rover lunare la tecnologia di controllo del motore della Leaf e il sistema di trazione integrale e-4ORCE che equipaggia il crossover a zero emissioni Ariya

Una dotazione, quest’ultima, che secondo il costruttore migliora le prestazioni su terreni difficili grazie ai sistemi di controllo della forza motrice che riducono al minimo lo slittamento delle ruote in base alle condizioni della superficie su cui si muove il veicolo. 

Sistema e-4ORCE

I risultati della ricerca saranno applicati alle “future attività di esplorazione spaziale” e in questo senso l’esperienza di Nissan nelle auto elettriche potrà aiutare a “sviluppare rover lunari più performanti”, secondo Ikkoh Funaki, direttore dello Space Exploration Innovation Hub Center di JAXA.

Nissan Ariya

Il sistema di trazione integrale e-4ORCE presente sul modello Ariya, prossimamente in arrivo, è basato su due motori elettrici, uno montato sull’asse anteriore l’altro su quello posteriore, la cui coppia viene gestita separatamente da una centralina per offrire la massima aderenza su fondi a scarsa aderenza.

Fotogallery: Nissan, il rover lunare con le tecnologie dei modelli elettrici