Aston Martin fa debuttare 2 nuovi modelli all'edizione 2022 del Concours d'Elegance di Pebble Beach. È anche l'occasione per vedere dal vivo l'abitacolo dell'Aston Martin Valhalla, ispirato alle Formula 1, e di guidare il SUV Aston Martin DBX707 per un test drive.

Il marchio inglese non ha fatto trapelare altre informazioni per le nuove auto che saranno presentate a Pebble Beach. Il costruttore britannico anticipa però che un modello è concepito come un veicolo focalizzato sulle prestazioni, che offre "emozioni ad alto numero di ottani e intenso piacere di guida", con data di presentazione prevista per il 19 agosto.

L'altro debutto riguarda invece il reparto Q di Aston Martin, quello dedicato alla personalizzazione delle auto inglesi: si tratterà di un modello che rende omaggio ai successi del marchio nella gara della 24 Ore di Le Mans.

Vedere e toccare l'Aston Martin Valhalla

Come anticipato, i visitatori dell'area VIP dell'Aston Martin Club 1913 di Pebble Beach potranno anche sedersi nell'abitacolo della supercar Aston Martin Valhalla. La posizione di guida, in particolare, è ispirata al mondo delle competizioni, con il sedile a guscio e il volante di forma ovale.

Aston Martin Valhalla

Aston Martin ha previsto una produzione in serie limitata di 999 esemplari della Valhalla, con le prime consegne previste per il 2024. La potenza complessiva di questa sportiva è dovuta al contributo dal motore 4.0 V8 bi-turbo a benzina con albero motore piatto, supportato da due motori elettrici.

La potenza totale è di 950 CV (699 kW) e la coppia massima è di 1.000 Nm. Ciò consente un tempo di accelerazione nello 0-100 km/h stimato in 2,5 secondi, con una velocità massima di 350 km/h.

Aston Martin Valhalla

Guidare il SUV più potente

I VIP che entreranno nell'esclusivo Club 1913 a Pebble Beach potranno inoltre prenotare un giro di prova con la Aston Martin DBX707, il SUV più potente al mondo. Per la versione più estrema della DBX il motore 4.0 V8 bi-turbo eroga 707 CV e 900 Nm di coppia.

Le modifiche della "707! includono dei turbocompressori diversi rispetto alle altre DBX, una calibrazione del motore rivista e un nuovo impianto di scarico con 4 terminali. Anche la scocca ha ricevuto dei rinforzi, così come sono specifiche le tarature delle sospensioni pneumatiche e la calibrazione del servosterzo elettronico. Il tutto, con freni carboeramici dedicati.

Fotogallery: 2 nuovi modelli Aston Martin a Pebble Beach 2022