È ancora tregua fra i carburanti e gli automobilisti italiani, alle prese nei mesi scorsi con un rincaro dei prezzi di benzina e diesel che non conosce quasi memoria. Perché se è vero che i listini continuano a riportare cifre piuttosto alte, i ribassi vanno avanti ormai da qualche settimana.

Anche oggi si registra un calo dei costi per il pieno all’auto. Il più evidente di tutti è quello sul self della verde, che nella media nazionale scende di 1 centesimo rispetto a ieri. Le compagnie continuano però a tagliare i prezzi raccomandati, con Eni che dà la sforbiciata più ampia.

Anche merito del taglia-accise

Un trend positivo che si inserisce nella scia delle quotazioni internazionali del petrolio, in discesa da diverso tempo, dopo aver raggiunto picchi paurosi all’indomani dell’attacco russo in Ucraina, di fine febbraio.

Il Brent – riferimento per il mercato europeo – viaggia intorno ai 95-96 dollari al barile, mentre il WTI – riferimento in America – si aggira tra gli 89 e i 90 dollari al barile. Gli ultimi ribassi, stando all’agenzia Reuters, fanno seguito ai progressi nei negoziati tra Occidente e Iran per rivedere l’accordo sul nucleare, che darebbe a Teheran la possibilità di aumentare le esportazioni di greggio.

Non va però dimenticato che i prezzi di benzina e diesel, che dipendono a cascata da quelli del petrolio, beneficiano ancora del taglio di 30 centesimi sulle accise, prorogato fino al 20 settembre dal Governo, anche se un’ulteriore estensione è già sul tavolo dell’esecutivo, per coprire anche il mese di ottobre.

Car refuelling at the petrol station

I prezzi alla pompa

Vediamo quindi i prezzi dei carburanti in Italia pubblicati oggi da Quotidiano Energia ed elaborati sulla base delle comunicazioni dei singoli gestori all’Osservatorio del ministero dello Sviluppo economico.

Il prezzo medio nazionale in modalità self della benzina si attesta a 1,823 euro/litro, con i diversi marchi compresi tra 1,812 e 1,837 euro/litro (media no logo a 1,823 euro/litro). Quanto al prezzo del diesel, sempre in modalità self, la media è pari a 1,807 euro/litro, con le compagnie posizionate tra 1,798 e 1,815 euro/litro (no logo a 1,807 euro/litro).

Venendo al servito, il prezzo della benzina in media è di 1,974 euro/litro, con le compagnie che oscillano tra 1,909 e 2,022 euro/litro (no logo 1,877). La media del diesel è arrivata invece a 1,956 euro/litro, con i singoli player tra 1,893 e 2,008 euro/litro (no logo 1,861).

Il Gpl si muove infine tra 0,813 e 0,838 euro/litro (no logo 0,805), mentre il prezzo del metano si posiziona in media tra 2,194 e 2,735 euro/kg (no logo 2,390).

Prezzi benzina e diesel al 9 agosto 2022

Tipo rifornimento Benzina (€/litro) Diesel (€/litro)
Self service 1,823 1,807
Servito 1,974 1,956