Per la Suzuki Swift si avvicina il momento di un rinnovamento totale. La nuova generazione della piccola giapponese è attesa nel corso del 2023 e ha già iniziato i test su strada. I prototipi con nome in codice YED sono stati ripresi durante i primi collaudi avvolti da pesanti camuffature.

Nonostante le mimetizzazioni, siamo riusciti a individuare alcuni degli elementi più importanti che caratterizzeranno il nuovo modello. Ecco, quindi, come potrebbe essere la futura Swift.

Cambia stile, ma non filosofia

Nel nostro render esclusivo ci immaginiamo un’evoluzione stilistica in chiave più razionale per la Suzuki. La Swift dovrebbe abbandonare le linee curve del modello in favore di forme tese e squadrate. Il cambiamento più radicale potrebbe riguardare il frontale, con una calandra a nido d’ape di forma esagonale, piccole prese d’aria sui paraurti e fari LED spigolosi.

Nuova Suzuki Swift, il render di Motor1.com
Nuova Suzuki Swift, il render di Motor1.com

Nella fiancata notiamo la novità della maniglia posteriore, la quale non sarà più integrata nel montante C. Al tempo stesso, la Suzuki manterrà la propria “personalità” bicolore, con tetto e specchietti a contrasto rispetto alla tinta della carrozzeria.

Anche se nel render non sono chiaramente visibili, ci aspettiamo modifiche sostanziali anche al posteriore e nella tecnologia dell’abitacolo.

Sta di fatto che, almeno a livello di proporzioni, non ci dovrebbero essere rivoluzioni. La compatta nipponica nascerà su un’evoluzione della piattaforma Heartect e non dovrebbe allontanarsi troppo dalle attuali dimensioni di 385 cm di lunghezza, 174 cm di larghezza e 148 cm di altezza.

Tutti i possibili motori

È ancora presto per avere dettagli precisi sulle motorizzazioni della nuova Swift. In ogni caso, i rumors parlano della possibile conferma delle versioni mild hybrid a benzina col 1.4 turbo e del debutto di un nuovo powertrain full hybrid sviluppato in collaborazione con Toyota.

Foto spia - Nuova Suzuki Swift
Nuova Suzuki Swift, le foto spia

Nel listino della Suzuki non mancherà una variante Sport che potrebbe mantenere la configurazione mild hybrid dell’attuale modello con un leggero incremento di potenza rispetto ai 129 CV e 235 Nm dell’attuale generazione. Infine, sono attese versioni a trazione integrale e almeno due trasmissioni differenti (una manuale a 5 o 6 rapporti e l’altra automatica a variazione continua CVT).

Per il momento, non è stata presa in considerazione una variante full electric.

Siamo sicuri, comunque, che nei prossimi mesi riusciremo a raccogliere molte più informazioni sulla futura Swift.

Fotogallery: Foto - Nuova Suzuki Swift, il render di Motor1.com