La Hyundai i20 N ha raggiunto le concessionarie solo negli scorsi mesi, ma c’è chi ha già cominciato a pensare alla nuova generazione. Albert Biermann, l’ex capo della divisione N e attuale consigliere tecnico di Hyundai, ha espresso il suo parere sulla futura i20 N nel corso di un’intervista rilasciata a Drive.

Il “padre” della hot hatch crede che un nuovo modello possa essere strategico per l’intero reparto sportivo coreano.

Work in progress

Il progetto di una nuova i20 N non è ancora stato approvato dai vertici di Hyundai, ma Biermann è convinto del suo potenziale successo:

“Il segmento delle hot hatch si sta riducendo in tutto il mondo, ma credo che la i20 N sia molto importante in Europa. Da tanto tempo sto portando avanti la ‘battaglia’ per una nuova generazione. Non ho ancora avuto successo, ma non mi arrendo”.

È probabile che Hyundai tenga seriamente in considerazione l’opinione di Biermann. Di fatto, all’ingegnere tedesco si deve la nascita dell’intero reparto N inaugurato nel 2017 con l’i30 e proseguito anche la Kona. In futuro, invece, sono attese la Ioniq 5 N e la Ioniq 6 N, con quest’ultima che è stata anticipata dal concept RN22e.

Non solo elettrica

Il modello attuale è mosso da un 1.6 turbo da 204 CV già in regola per le future normative Euro 7. Ciò significa che la piccola e pepatissima Hyundai rimarrà in listino per diversi anni e che potrebbe “sopravvivere” anche nel caso in cui il marchio coreano optasse per una variante elettrica sportiva:

“Una nuova i20 N con motore a combustione interna permetterebbe di mantenere gli attuali prezzi di listino. L’elettrica, invece, rappresenterebbe l’entry level della gamma sportiva N e sarebbe decisamente meno costosa della futura Ioniq 5 N”.

Prima del nuovo modello, comunque, Hyundai potrebbe presentare il restyling della i20 N con alcune importanti aggiunge a livello estetico e meccanico.

Fotogallery: Hyundai i20 N (2021)