A giugno 2023 le auto immatricolate in Europa (EU+EFTA+UK) sono state 1.265.678, numero che confrontato con lo stesso mese del 2022 (1.066.693 auto) si traduce in una crescita del 18,7%. Da gennaio a giugno le immatricolazioni sono invece 6.588.937 contro 5.601.386 dello scorso anno, con un recupero del 17,6%.

Con questo sono undici i mesi di crescita consecutiva per le auto targate in Europa, ma si tratta ancora di una sorta di "rimbalzo" rispetto ai bassi numeri registrati lo scorso anno per via soprattutto della crisi dei chip e delle forniture di materie prime.

Anche il recupero rispetto al periodo buio della pandemia non è poi così vivace, visto che nei primi sei mesi dell'anno si registra ancora un -21% rispetto ai dati di metà 2019.

Germania e Regno Unito trainano il mercato

Questo rimbalzo anno su anno è sostenuto in particolare dal forte recupero della Germania (+24,8%), primo mercato continentale, ma anche dal +25,8% del Regno Unito e dal +11,5% della Francia. Positivi a giugno anche i due altri mercati principali in Europa, ovvero l'Italia (+9,1%) e la Spagna (+13,3%). In forte crescita sono anche Belgio (+48,7%) e Paesi Bassi (+37,8%).

A giugno 2023 le auto a benzina si confermano le più vendute in Europa col 36,22% del mercato, seguite dalle ibride full e mild (25,15%) e dalle elettriche (16,5%). Con quote inferiori ci sono poi le diesel (11,79%), le ibride plug-in (7,87%) e le varie Gpl, metano, etanolo e idrogeno che messe assieme raggiungono il 2,46% del totale.

Nella prima metà dell'anno sono invece queste le quote di mercato delle varie alimentazioni:

  1. Benzina - 37,41%
  2. Ibride - 25,73% (full e mild hybrid)
  3. Elettriche - 14,25%
  4. Diesel - 12,78%
  5. Ibride plug-in - 7,29%
  6. Altre - 2,54% (Gpl, metano, etanolo, idrogeno)

A giugno bene i gruppi Volkswagen e BMW. Benissimo Tesla

Al primo posto tra i gruppi auto si conferma a giugno Volkswagen, in crescita del 26,8%, mentre Stellantis è ancora seconda nonostante il -2,5%, seguita da Renault al terzo posto con un +3,5%.

Volkswagen T-Cross restyling (2023)

Volkswagen T-Cross restyling (2023)

BMW X1 2022

BMW X1 2022

Tesla Model Y (elettrica)

Tesla Model Y

A giugno si segnala anche il +15,8% del gruppo BMW, il +69,2% di Volvo e il +32,0 di Ford, ma soprattutto il +105,0% di Tesla. Bene, ma con numeri inferiori, anche Mazda (+82,1%) e Suzuki (+51,0%).

I gruppi nei primi sei mesi

Uno sguardo ai primi sei mesi del 2023 mostra il momento positivo del gruppo Volkswagen (+25,4%), così come di Renault (+24,1%), Tesla (+117,4%) e Mazda (+43,7%).

Meno brillanti invece i gruppi Stellantis (+5,3%), Hyundai (+3,3%), Ford (+6,6%) e Honda (-22,9%).

Giugno positivo per Alfa Romeo, Audi e Lexus

Andando a guardare i singoli marchi vediamo che nello scorso mese di giugno spiccano le buone performance di Alfa Romeo (+63,1%), Audi (+43,4%) e Lexus (+168,5%), con Fiat e Dacia che segnano un passo indietro, rispettivamente del -11,9% e del -6,1%.

Alfa Romeo Tonale Plug-in Hybrid

Alfa Romeo Tonale

Audi Q3

Audi Q3

Lexus UX 2022

Lexus UX

Gennaio-giugno 2023 per i marchi auto

Nel primo semestre dell'anno si notano le ottime crescite dei marchi Tesla (117,4%) e Alfa Romeo (+108,5%), ma anche di Lexus (+54,0%), Cupra (+45,2%) e Dacia (+30,1%).

In calo ci sono invece solo Fiat (-4,2%), Citroen (-0,6%), smart (-3,9%) e Jaguar (-9,7%).