Debutta un nuovo allestimento nella gamma della MINI elettrica. Ora, la rinnovata Cooper SE può essere abbinata anche al pacchetto John Cooper Works. Lo diciamo subito, però: non aspettatevi modifiche al powertrain della compatta inglese, che resta sempre alimentata da un motore anteriore da 218 CV e 330 Nm (0-100 km/h in 6,7 secondi e autonomia WLTP di 402 km).

Dovremo aspettare ancora un po’ (forse il 2024) per vedere la “vera” Cooper SE JCW, ma intanto la Casa ha dato un tocco di sportività in più alla sua elettrica con un pacchetto estetico dedicato.

Fuori è bella cattiva

È proprio l’estetica a cambiare radicalmente in questa versione della MINI. Qui si trova il logo John Cooper Works coi tradizionali colori rosso, bianco e nero, oltre alla bandiera a scacchi sulla calandra. Sono presenti anche dei cerchi da 18” Lap Spoke in tinta bicolore a 10 razze, pinze freno JCW e strisce colorate sul cofano.

MINI Cooper SE, l'allestimento John Cooper Works

MINI Cooper SE, l'allestimento John Cooper Works

MINI Cooper SE, l'allestimento John Cooper Works

MINI Cooper SE John Cooper Works, i cerchi

MINI Cooper SE, l'allestimento John Cooper Works

MINI Cooper SE, l'allestimento John Cooper Works: gli interni

Nel complesso, le forme sono più aggressive, con un frontale ancora più voluminoso, la griglia in nero lucido e un diffusore minaccioso. A completare il look della John Cooper Works ci sono il tetto nero a contrasto e le calotte degli specchietti in Chili Red.

Come cambia dentro

La stessa sportività si ritrova nell’abitacolo della Cooper SE, che è equipaggiata con sedili JCW in pelle sintetica con cuciture rosse e un motivo multicolore nella zona superiore dello schienale. Il tema del rosso e del nero viene ripreso negli interni, in particolare nei pannelli porta e sulla plancia dal lato del passeggero.

MINI Cooper SE, l'allestimento John Cooper Works

MINI Cooper SE, l'allestimento John Cooper Works

Tra le modalità di guida MINI Experience Modes è presente la Go-Kart Mode, che ottimizza la risposta dell’acceleratore per una sensazione di guida più sportiva.

Per il resto, la dotazione di assistenti alla guida resta piuttosto completa, con 12 sensori ultrasuoni e quattro telecamere che supportano il sistema Parking Assistant Plus nella ricerca del parcheggio. Tra l’altro, la modalità Explore permette di parcheggiare l’auto direttamente dal proprio smartphone quando si è fuori dal veicolo.

MINI non ha ancora rivelato i prezzi dell’allestimento John Cooper Works. Vi daremo aggiornamenti appena possibile.

Fotogallery: MINI Cooper SE, l'allestimento John Cooper Works