La piccola o "baby" Toyota Land Cruiser è quasi pronta. Ne avevamo parlato nel corso del 2023 e ora, secondo recenti indiscrezioni vicine alla casa, sarebbe quasi pronta.

Dovrebbe debuttare nel 2024 come rivale della Suzuki Jimny, con uno stile retrò e ispirata alla concept car Compact Cruiser EV. Ecco le ultime informazioni.

Pronta a tutto

La mini Toyota Land Cruiser, in base a quanto dichiarato dalla casa alcuni mesi fa, dovrebbe essere dotata di un vero sistema di trazione integrale, posizionato su un robusto telaio derivato dalla piattaforma TNGA della casa giapponese.

A livello di dimensioni e stile, dovrebbe avere una carrozzeria a cinque porte e potrebbe essere lunga circa 4,35 metri e larga 1,86 metri: dimensioni equivalenti a quelle della Suzuki Jimny a passo lungo, che ha debuttato in India alla fine del 2023 e attualmente non è prevista in Europa.

A livello di powertrain, invece, dovrebbe essere dotata di un sistema ibrido, ancora non specificato se mild, plug-in o full, in quest'ultimo caso preso in prestito dalle sorelle più piccole, seppur con un sistema di trazione integrale più adatto ai percorsi fuori strada duri e puri.

Toyota baby Land Cruiser

Toyota baby Land Cruiser

Il prezzo basso è la chiave

Per rendere competitivo un veicolo di questo tipo sul mercato globale, la chiave di volta per Toyota sarà sicuramente il prezzo, che dovrebbe essere mantenuto piuttosto basso per il segmento e in linea con quello della competitor Suzuki Jimny, che attualmente in Italia nella versione Pro parte da 27.700 euro.

Il primo mercato in cui dovrebbe arrivare questo nuovo piccolo fuoristrada dovrebbe essere quello del Sud-Est asiatico, dato che questa "mini Land Cruiser", in base a quanto comunicato dalla casa, dovrebbe essere costruito in Tailandia.