I marchi auto cinesi non sono una novità per l'Europa, ma c'è un colosso asiatico dell'auto come Chery che ha deciso di puntare in maniera decisa sui nostri mercati, già a partire dal 2024 e coi due brand premium Omoda e Jaecoo che non puntano da subito sulle auto elettriche, ma su quelle a benzina e ibride plug-in.

Le prime auto stanno arrivando in questi mesi in Europa, partendo da Spagna, Italia e Regno Unito, ma c'è un Paese in cui Chery ha già dimostrato di saper vendere molto bene nel 2023 ed è la Turchia. Scopriamo quali sono le tappe del previsto sbarco di Chery in Europa.

Omoda 5 (estate 2024)

Come detto, la prima auto di Chery ad arrivare sulle strade europee è la Omoda 5 che è già commercializzata in Spagna a un prezzo base di 22.990 euro. In Italia costerà meno di 30.000 euro, mentre nel Regno Unito è stato annunciato un listino base di 24.000 sterline, ovvero quasi 28.000 euro al cambio attuale.

Omoda 5

Omoda 5

La Omoda 5 è un SUV compatto che rappresenta il debutto del marchio Omoda di Chery e che si propone con una lunghezza di 4,40 metri come concorrente di altri modelli di successo tipo Nissan Qashqai o Toyota C-HR.

Lo stile moderno che punta un po' sullo stile del SUV coupé si sposa a un'unica motorizzazione al momento disponibile che è un 1.6 TGDI turbo benzina da 186 CV e 275 Nm. La trazione è anteriore e il cambio è un automatico 7 marce a doppia frizione.

Omoda 5, gli interni

Omoda 5, gli interni

All'interno della Omoda 5 spicca il doppio schermo LCD da 10,25 per strumentazione digitale e infotainment. Il lancio commerciale europea della Omoda 5 è previsto per l'estate 2024.

Omoda E5 (estate 2024)

La Omoda E5 è la versione elettrica della Omoda 5 che sfoggia dettagli di stile esterno diversi soprattutto a livello di frontale, gruppi ottici e cerchi in lega. In Spagna viene venduta a partire da 37.900 euro e a breve approda anche in altri mercati.

Omoda E5

Omoda E5

Nel caso della E5 il motore è un elettrico da 204 CV e 340 Nm che agisce sulle ruote anteriori ed è alimentato da una batteria litio-ferro-fosfato da 61 kWh che garantisce un'autonomia WLTP omologata di 430 km.

Jaecoo J7 (autunno 2024)

Già annunciata e pronta ql lancio nell'autunno 2024 è anche la Jaecoo J7, un altro SUV compatto che sfoggia però forme più massicce, quasi da fuoristrada, soprattutto nel frontale.

Jaecoo J7

Jaecoo J7

Con i suoi 4,5 metri di lunghezza e il motore 1.6 turbo benzina da 186 CV e 275 Nm abbinato al cambio DCT 7 e alla trazione integrale, la Jaecoo J7 si prepara alla commercializzazione in diversi Paesi europei con un prezzo base indicativo vicino ai 40.000 euro e alle 40.000 sterline.

Jaecoo J7, gli interni

Jaecoo J7, gli interni

Entro il 2024 debutterà poi nel Vecchio Continente anche la Jaecoo J7 PHEV, la versione ibrida plug-in del SUV cinese che propone il motore 1.5 turbo benzina + elettrico da 347 CV, un'autonomia elettrica di 88 km e un'autonomia totale di 1.200 km.

Jaecoo J8 (inverno 2024)

L'ammiraglia europea di Chery si chiama Jaecoo J8, un SUV medio lungo 4,82 metri che nella versione top di gamma propone la potente motorizzazione ibrida plug-in da 608 CV e 915 Nm.

Jaecoo J8

Jaecoo J8

Il propulsore a benzina 1.5 TGDI si somma a due motori elettrici (uno per asse) che forniscono la trazione integrale collegati a un cambio automatico doppia frizione a 7 marce.

La comodità di viaggio, paragonata dal costruttore a un'esperienza in prima classe, è garantita dalle sospensioni attive a effetto “Zero Gravity” e dagli ampi sedili a poltrona rivestiti in pelle Nappa con regolazione elettrica, riscaldamento, ventilazione e massaggio.

Jaecoo J8, gli interni

Jaecoo J8, gli interni

Non è ancora ufficiale il momento del lancio europeo della Jaecoo J8, orientativamente nell'inverno 2024, sia con la versione ibrida plug-in che con quella a benzina di cui ancora non sono note le caratteristiche tecniche.

Omoda 7 (2025)

La novità più fresca è la Omoda 7, il SUV che evolve il concetto della Omoda 5 con uno stile ancora più moderno e aerodinamico (Cx 0,29) e generoso nelle dimensioni, lungo 4,62 metri.

Omoda 7

Omoda 7

Il debutto europeo della Omoda 7 è previsto per il 2025, con data ancora da definire, con cerchi da 20" e una motorizzazione ibrida plug-in che unisce il 1.5 TGDI a benzina con un motore elettrico, per una potenza non ancora ufficializzata.

Omoda 7, gli interni

Omoda 7, gli interni

L'autonomia elettrica nel ciclo cinese CLTC è di 95 km e quella totale tocca i 1.250 km.

Ebro (2024)

Da non dimenticare è poi il ritorno del marchio spagnolo Ebro che si è fatto conoscere fino al 1987 per i suoi veicoli commerciali, agricoli e fuoristrada, ma che è pronto a proporre nuove auto entro il 2024.

La rinascita di Ebro avviene grazie a una joint venture tra la spagnola EV MOTORS e Chery Automobile per gestire uno storico impianto produttivo a Barcellona dove nasceranno i nuovi modelli, a partire da un pick-up elettrico.

Ebro pick-up

Ebro pick-up

Ebro, il teaser del nuovo SUV

Ebro, il teaser del nuovo SUV

Il primo SUV a marchio Ebro viene invece svelato il 22 maggio a Madrid, per ora anticipato solo da un teaser velato.

In quali Paesi europei

Al momento Chery arriva in Europa partendo dal mercato spagnolo, italiano e britannico in questi mesi, ma nei prossimi mesi è già previsto l'arrivo di Omoda e Jaecoo anche in Polonia, Belgio, Grecia, Paesi Bassi, Francia e Germania.

Chery è presente da tempo anche in Turchia, ma questo è un fenomeno di mercato che vogliamo raccontarvi meglio sotto nel dettaglio.

Il caso Turchia

In Turchia, così come in molti Paesi emergenti dell'area BRICS, il Costruttore di Wuhan è già presente con il marchio capofila Chery e dimostra come ai confini dell'Europa sia già possibile vendere molte auto cinesi a benzina.

Il secondo sbarco in Turchia di Chery, dopo quello poco fortunato del 2006, è datato 2023 e in meno di dodici mesi ha già venduto 60.000 auto. Il successo dei modelli Chery in Turchia è equamente diviso tra la Chery Tiggo 7 Pro, la Chery Tiggo 8 Pro e la Chery Omoda 5.

Chery Tiggo 7 Pro

Chery Tiggo 7 Pro

Il brand cinese, come ci riferiscono i colleghi di Motor1.com Turchia, ha qui raggiunto una quota di mercato del 6,9%, merito anche di una politica dei prezzi molto aggressiva che fa costare la Omoda 5 a benzina come una Renault Clio full hybird e poco meno di una Tiggo 8.

La decisa scalata al mercato turco sembra destinata a prendere ulteriore slancio con l'arrivo imminente della Chery Tiggo 4 Pro e delle citate Jaecoo J7 e Jaecoo J8, attese entro la fine del 2024.

[Ha collaborato all'articolo il collega Onur Koray]

Fotogallery: I modelli Jaecoo e Omoda per l'Europa