Inizia l’era ibrida per la Porsche 911. Una svolta storica per l’icona di Zuffenhausen, che riceve il sistema T-Hybrid per migliorare nell’efficienza senza perdere nulla in termini di prestazioni. Anzi, l’ibrida chiamata GTS è più potente di una GT3 e promette prestazioni all’altezza del suo nome.

Contemporaneamente, oltre al lancio della prima 911 elettrificata, Porsche presenta una versione aggiornata della Carrera, che vanta un motore boxer più potente e diverse migliorie per interni ed esterni.

Porsche 911 GTS (2024), gli esterni

Il design esterno della 911 è stato rivisto per migliorare ulteriormente l’aerodinamica. Per la prima volta, Porsche ha integrato tutte le funzioni di illuminazione nei gruppi ottici LED con tecnologia Matrix (costituiti da oltre 32.000 punti luce e capaci di illuminare la strada fino a 600 metri), permettendo così di ricavare spazio per le prese d’aria più grandi nella sezione anteriore dell’auto.

Davanti troviamo anche cinque alette di ventilazioni attive, che si regolano in base alle necessità per ottimizzare l’aerodinamica o per convogliare un elevato flusso d’aria verso i radiatori.

Porsche 911 GTS (2024)

Porsche 911 GTS (2024)

Porsche 911 Carrera Cabriolet (2024)

Porsche 911 Carrera Cabriolet (2024)

Nella zona posteriore, la fascia luminosa ha un look rivisitato e una griglia con cinque alette che “sfuma” nello spoiler retrattile. La targa è posizionata più in alto, mentre l’impianto di scarico è specifico per il modello (sulle GTS è di serie quello sportivo, per una sonorità più marcata).

Sette gli stili disponibili per i cerchi in lega da 19” e 20” all’anteriore e 20” e 21” al posteriore. Tra questi, ci sono anche gli Exclusive Design con lamelle in carbonio.

Porsche 911 GTS (2024), gli interni

Porsche ha rivisto alcuni aspetti degli interni della 911, che è disponibile nella configurazione a due posti di serie, mentre quella 2+2 si può richiedere come optional. Resta confermato il sistema di comando Porsche Driver Experience, coi comandi essenziali disposti sul volante o attorno a esso per essere facilmente raggiungibili in ogni condizione.

Porsche 911 GTS (2024)

La plancia della Porsche 911 GTS 

Tra i comandi, c’è il selettore delle modalità di guida e, per la prima volta nella 911, il tasto di avviamento alla sinistra del volante. Il quadro strumenti è completamente digitale ed è costituito da uno schermo curvo da 12,6” con sette opzioni di visualizzazione, tra cui quella “Classic” ispirata al quadro Porsche con cinque indicatori tondi e contagiri al centro.

Al centro della plancia, c’è il monitor da 10,9”, che integra anche AppleCarPlay e l’assistente vocale Siri.

Porsche 911 GTS (2024), i motori

Il sistema T-Hybrid montato sulla GTS è costituito da un 3.6 boxer, da un turbocompressore elettrico per i gas di scarico (capace di garantire fino a 15 CV aggiuntivi) e da un motore sincrono a magneti permanenti integrato nella nuova trasmissione a doppia frizione a otto rapporti. Quest’ultimo può fornire fino a 41 kW e 150 Nm in più in determinate condizioni di guida. Inoltre, è presente una batteria da 1,9 kWh lordi con una tensione di 400 V.

Nel complesso, la 911 ibrida (più pesante di 50 kg rispetto alla GTS precedente) eroga 541 CV e 610 Nm, di cui 485 CV e 570 Nm forniti esclusivamente dal propulsore termico. Ciò si traduce in uno scatto 0-100 km/h di 3 secondi netti e in una velocità massima di 312 km/h.

Porsche 911 Carrera Cabriolet (2024)

Porsche 911 GTS e Carrera Cabriolet 2024

Ci sono cambiamenti importanti anche per la 911 Carrera, che continua a utilizzare un 3.0 boxer turbo non elettrificato da 394 CV e 450 Nm. In questo caso, lo 0-100 km/h è coperto in 4,1 secondi (3,9 secondi se si sceglie il pacchetto Sport Chrono), mentre la velocità massima è di 294 km/h.

Oltre al powertrain, Porsche ha lavorato di fino anche sulle sospensioni. Sulla 911 ibrida troviamo sempre il sistema PDCC di regolazione attiva del telaio e la stabilizzazione attiva del rollio. Inoltre, le sospensioni sportive con sistema PASM sono regolabili elettricamente per ridurre l’altezza di marcia di 10 mm.

Porsche 911 GTS (2024): i prezzi

La 911 Carrera è già ordinabile nelle versioni Coupé e Cabriolet, con la prima che parte da 133.686 euro, mentre per la GTS Coupé sono necessari almeno 177.518 euro. Le prime consegne della 911 Carrera sono previste a fine estate, mentre la GTS arriverà in concessionaria a fine 2024.

Fotogallery: Porsche 911 GTS (2024)