Salari fermi da decenni, potere d’acquisto in costante diminuzione e le immancabili tasse. Per tantissimi italiani, acquistare e possedere un’auto è davvero complicato, soprattutto se si paragona la situazione al resto d’Europa.

E non si tratta solo di una sensazione, ma del risultato della ricerca svolta da Vignetteswitzerland.com. Gli analisti elvetici hanno messo a confronto vari parametri in 10 Stati europei assegnando un punteggio in base a quanto è “accessibile” un’auto per i rispettivi cittadini. Spoiler: l’Italia non se la cava proprio benissimo.

La metodologia

Prima di analizzare la classifica, cerchiamo di capire come i ricercatori hanno calcolato i vari dati. Utilizzando varie fonti ufficiali (per esempio, per il calcolo della tassa di possesso sono stati presi come riferimento i dati dell’ACEA, l’Associazione Europea dei Costruttori), gli studiosi hanno messo insieme i dati relativi al costo del carburante, alla tassa di possesso (il cosiddetto bollo), i prezzi medi delle auto nuove e i costi medi dell’assicurazione.

Questi dati sono stati messi a confronto con lo stipendio mensile medio in ogni Paese ed è stato successivamente assegnato un punteggio da 1 a 10 in base a quanto è difficile o “facile” mantenere un’auto.

Italia ultima nella Top 10

Al primo posto di questa speciale classifica troviamo la Svizzera. Anche se il costo della vita è piuttosto importante e il prezzo medio delle auto è il più elevato in assoluto (46.979 euro), lo stipendio mensile medio di 5.569 euro agevola sicuramente la vita degli elvetici. Sul podio troviamo anche Irlanda e Lussemburgo, in cui gli stipendi riescono a reggere l’impatto coi listini in crescita delle auto nuove.

Scorriamo velocemente la classifica e andiamo quindi al decimo posto, con l’Italia che arranca. Nel Bel Paese, il costo medio di un’auto è superiore ai 27.000 euro, a scapito di uno stipendio medio di soli 1.740 euro, che è il più basso della Top 10.

Un aspetto sicuramente da tenere conto nella transizione all’elettrico che riguarda inevitabilmente anche l’Italia, in cui finora le auto a batteria hanno faticato a imporsi. Al netto dei (tardivi) incentivi e dei dubbi di molti italiani sull’infrastruttura di ricarica (comunque in costante crescita su tutto il territorio), quello del rapporto tra prezzo dell’auto e salari resta probabilmente uno dei temi più importanti su cui discutere.

Posizione Nazione Prezzo medio di un'auto nuova Salario mensile medio Punteggio
1 Svizzera 46.979 euro 5.569 euro 10.00
2 Irlanda 30.495 euro 3.367 euro 7.72
3 Lussemburgo 39.380 euro 3.699 euro 6.83
4 Francia 29.331 euro 2.464 euro 5.43
5 Spagna 29.485 euro 1.910 euro 5.18
6 Paesi Bassi 36.033 euro 3.145 euro 5.00
7 Austria 34.805 euro 3.269 euro 4.90
8 Danimarca 42.681 euro 4.149 euro 4.69
9 Germania 37.504 euro 2.781 euro 3.95
10 Italia 27.548 euro 1.740 euro 3.84