Porsche Panamera 4S, superberlina da passeggio veloce [VIDEO]

Guidare sulle Dolomiti una berlinona lunga oltre 5 metri e pesante più di 2 tonnellate è un’esperienza a cui soltanto gli chaffeur più devoti si prestano con entusiasmo. In queste condizioni un’automobile del genere rischia di trovarsi del tutto spaesata, complici anche le temperature rigide e le condizioni dell’asfalto. Basta però affrontare qualche tornante a bordo della nuova Porsche Panamera per convincersi del contrario: l’ammiraglia tedesca sa rivelarsi molto precisa fra le curve e fa dimenticare il peso e gli ingombri esterni, smentendo l’opinione secondo cui una berlinona è adatta soltanto alle trasferte autostradali nel massimo confort. Ciò avviene per merito delle ultime tecnologie in materia di assistenza alla guida, a partire dai sofisticati sistemi per la gestione elettronica di motore, cambio e assetto, che fanno variare il comportamento dell’auto secondo le intenzioni della persona al volante.


A suo agio anche nei passi di montagna


La Panamera raggiunge così un equilibrio davvero invidiale, rivelandosi piacevole e molto coinvolgente da guidare, come abbiamo verificato nel corso della nostra prova fra le curve della Winter Marathon: il test è stato organizzato da Porsche quasi in simultanea con la gara di regolarità per automobili storiche, lungo un percorso di oltre 440 chilometri con partenza e arrivo a Madonna di Campiglio. In queste condizioni la berlina si è dimostrata agilissima e perfettamente integrata con le strade, complice l’efficacia della trazione integrale e del nuovo cambio automatico PDK a doppia frizione, ora ad 8 marce, che si dimostra velocissimo nel cambiare rapporto e molto intelligente nello scegliere quale marcia inserire. Per l’occasione abbiamo guidato la Panamera in versione 4S, con il motore 6 cilindri turbo da 440 CV, meno estremo de V8 (qui la video prova) ma altrettanto coinvolgente: spinge fortissimo e regala un suono allo scarico da auto sportiva.


Correzioni insolite con le quattro ruote sterzanti


La sensazione di maneggevolezza e controllo viene accentuata dalle sospensioni pneumatiche, un optional da 2.189,90 euro, che migliorano il confort sulle asperità e rendono la Panamera molto più agile di quello che sarebbe lecito attendersi: il passo misura infatti 2,95 metri, quando basta per ottenere un abitacolo dalla capacità generosa e un vano bagagli ampio 495 litri, al quale si può accedere comodamente attraverso l’utile portellone. L’ammiraglia tedesca non è comunque priva di difetti, a partire dal prezzo molto salato (da oltre 120.000 euro), ma uno di questi riguarda anche l’elettronica di guida: il sistema di quattro ruote sterzanti rende la guida non sempre intuitiva e obbliga il conducente a modificare la traiettoria, specie quando riallinea il volante dopo una curva.

Leggi la recensione completaVedi di meno