Avevamo corso nel primo appuntamento esports con la Casa di Sant'Agata. Stavolta siamo scesi in pista ad Imola...realmente!

Terza, quarta, quinta marcia: la Lamborghini Huracan GT3 esce dalla curva. No, stavolta non dalla parabolica di Monza Parole familiari, che utilizzammo per raccontare la nostra esperienza da piloti virtuali Lamborghini come ospiti del primo round di The Reale Race.

Ecco, stavolta quelle marce snocciolate secche erano vere. Sant'Agata Bolognese ci ha invitati all'evento conclusivo del campionato, sul circuito di Imola. E per l'occasione, siamo passati dal virtuale, al reale, a bordo di una Huracan EVO e di una Huracan EVO GT3.

Vincitori virtuali nel mondo reale

L'obiettivo è sempre uno: cercare di capire come questi due mondi possano intersecarsi, amalgamarsi, convergere. Perchè, per i vincitori del campionato, il cammino è stato proprio questo: da vincitori su Assetto Corsa Competizione a piloti reali Lamborghini sia nel simulatore R&D, che in pista, su quella stessa Huracan SuperTrofeo declinazione reale di quella virtuale che li ha portati alla vittoria.

Lamborghini The Real Race, in pista ad Imola

Per noi, l'occasione di rivivere delle gare al simulatore - con dei consigli da parte di Neils, il campione in carica, su come affrontare al meglio cordoli e punti strategici - e qualche giro in pista. Emozioni differenti, comunque tangibili ed entrambe vive, vere. Ed allora, qual è la differenza?

Piloti ed appassionati

E' tutta una questione di limiti, questo è evidente. Limiti, la cui accezione è differente se si è dei piloti o degli amatori. E qui il fattore - tra reale e virtuale - cambia: nel virtuale si corre, si suda, si ha la voglia di raggiungere quel limite. Insomma, si arriva ad essere piloti, sviluppando assetti, trovando traiettorie e correndo ruota a ruota contro i tuoi avversari. Ma non si può aver paura di farsi male. Cosa che in pista, nelle corse reali, fa tutta la differenza del mondo.

Lamborghini The Real Race, in pista ad Imola

 

Fotogallery: Lamborghini The Real Race, in pista ad Imola