Bentley ha dichiarato non molto tempo fa che ha partire dal 2030 produrrà solo vetture elettriche. Pertanto, le possibilità di vivere l'esperienza di guida legata ai motori termici di questo marchio, con un numero di cilindri maggiore o uguale a 8, si stanno riducendo drasticamente.

E se questo aumenta il fascino che le lussuose auto di Crewe esercitano su di voi, come la più recente berlina Bentley Flying Spur, vi lasciamo ai commenti dei nostri colleghi americani di Motor1 US, che sono appena saliti a bordo della versione motorizzata V8. Avranno rimpianto quella con il W12?

Esterni

La Bentley protagonista di questo test drive è un tripudio di opulenza, con dimensioni maggiorate rispetto alle edizioni precedenti, necessarie per sopperire il “gap generazionale” che si è andato a creare con il termine della produzione della più imponente Mulsanne.

Bentley Flying Spur V8 2021, la prova su strada

Parliamo, per essere precisi, della terza generazione di Flyng Spur, realizzata sulla piattaforma MSB, condivisa ad esempio con la Porsche Panamera. Le linee del carattere profondamente scolpito, l'impronta decisamente massiccia e un po' tutto lo stile nel suo complesso, evocano ancora una grandiosità da "vecchio mondo". Senza andare, comunque, a riempire del tutto il vuoto lasciato dalla più grande Mulsanne, vettura decisamente più rara da incrociare rispetto ad una Flyng Spur.

Bentley Flying Spur V8 2021, la prova su strada

A parte le piccole insegne V8 dietro le ruote anteriori e i terminali di scarico a forma di otto, la versione a 8 cilindri è quasi visivamente identica alla sua controparte a 12, che però è 26.474 euro più cara.

Interni

Il pacchetto Blackline Specification (4.053 euro) con cui era equipaggiata la vettura in prova modernizza il look di bordo, pur mantenendo fede all'eleganza non troppo conclamata della berlina britannica.

Altri 4.159 euro sono invece necessari nel caso foste interessati a rendere scura la celebre B alata. L'abitacolo vanta poi una serie di aggiornamenti all'insegna del lusso e della tecnologia, come il display rotante nella porzione centrale della plancia (5.442 euro).

Bentley Flying Spur V8 2021, la prova su strada

Ovviamente, quando si tratta di Bentley le possibilità di personalizzazione sono pressoché infinite. La scelta dei materiali non si limita certo ai pellami di bordo, ma riguarda pure il legno dei rivestimenti o l'eventuale volontà di passare al carbonio.

Guida

Nonostante rivendichi un passo più lungo di 13 cm rispetto alla generazione passata, la Bentley Flying Spur motorizzata V8 lima ulteriori 100 kg rispetto a quella equipaggiata con il W12, rendendo nel complesso l'auto più equilibrata. Ad amplificarne la manovrabilità c'è poi un sistema di sospensioni attive e le quattro ruote sterzanti (6.646 euro).

I 550 cavalli del V8 e la coppia di 770 Nm, in ogni caso, contro i 635 CV del 12 cilindri da 900 Nm di coppia, sulle strade più tortuose la berlina di Crewe non riescono a dissimulare del tutto il peso dell'auto. Anche se le sensazioni che si provano all'interno dell'abitacolo sono meno compassate di quanto ci si potrebbe aspettare. I cambi di marcia sono rapidi, fluidi e opportunamente programmati. E le sospensioni attive assicurano un sorprendente controllo dei movimenti del corpo vettura.

Eppure, nonostante tutta la tecnologia, in qualche modo qualcosa sembra mancare. Per quanto possa apparire come superflua, per certi versi, la motorizzazione W12 mantiene un fascino e una “coerenza” ineguagliabili. Piccola nota: in realtà c'è stato un problema con le pressioni delle gomme, che ha inizialmente condizionato la prova. Una volta risolto, però, le sensazioni di guida sono mutate drasticamente.

Bentley Flying Spur V8 2021, la prova su strada

La vettura è diventata più rapida tra le curve, manifestando un'agilità inattesa, decisamente progressiva. Nonostante i miglioramenti, la Bentley Flying Spur è ancora una berlina grande e lunga che richiede una discreta quantità di attenzione nella ricerca del limite.

Lei sfida il suo peso, e il guidatore deve riporre fiducia nei sistemi che coordinano la dinamica di guida. Le quattro ruote sterzanti, l'impostazione sportiva del controllo di stabilità e la tecnologia antirollio attiva contribuiscono a fornire un livello di prestazioni che era impensabile sul modello precedente.

L'unico anello debole sono i freni, quando vengono impiegati senza remore. In più, diversi sistemi elettronici li utilizzano per contenerne l'esuberanza della berlina britannica, e in qualche modo minano la stessa efficienza dell'impianto.

La verità è che la Flying Spur brilla quando si trova in autostrada, lungo infinite distese di asfalto. Il silenzio è interrotto solo dal sublime sistema audio Naim a 19 altoparlanti (7.520 euro). E poi si può contare sul proprio frigorifero per raffreddare le bottiglie (2.045 euro).

Curiosità

A differenza dei sedili massaggianti sempre attivi delle Rolls-Royce, sulle Bentley dopo 12 minuti circa il sistema si spegne, costringendo l'occupante a premere nuovamente il tasto di avvio.

Bentley Flying Spur V8 2021, la prova su strada
Bentley Flying Spur V8 2021, la prova su strada

Un'altra discrepanza significativa tra la Bentley Flying Spur e la Rolls-Royce Ghost è il modo in cui quest'ultima gestisce le buche con un po' più di isolamento, assorbendo facilmente i dossi. Tuttavia la Rolls non può competere con la maneggevolezza della Bentley, sulle strade più tortuose.

Sebbene le sue caratteristiche in curva siano notevolmente migliorate in questa ultima generazione, la forza della Rolls rimane la sua morbidezza, non il focus sul guidatore.

Prezzi

In un mondo in cui la vernice speciale costa 11.538 euro e la cosiddetta Mulliner Driving Specification ne costa 11.145, parlare di prezzi avrebbe qualche senso? Forse no, ma noi lo facciamo lo stesso. La vettura in prova era equipaggiata con 61.980 euro di accessori, che hanno portato la quota massima a 230.279 euro. Tenendo presente che il prezzo di partenza (in Italia) sia invece pari a 198.006 euro.

L'espressivo V8 fa appello agli appassionati che bramano berline che impersonano auto sportive, ed è più interattivo del raffinato W12. Tuttavia, i 12 cilindri segnano l'apice di una tradizione di costruzione di motori rara, che morirà quando Bentley manterrà la sua promessa di abolire la benzina e abbracciare l'elettrificazione entro il 2030.

Fotogallery: Bentley Flying Spur V8 2021, la prova su strada

Bentley Flying Spur

Motore V8 sovralimentato da 4 litri
Potenza 550 CV; 770 Nm
Trazione Trazione integrale
Accelerazione 0-100 km/h 4,1 secondi
Velocità Massima 318 km/h
Consumi 7,9 km/l (ciclo combinato WLTP)
Peso 2.330 kg
Posti a sedere 5
Capacità di carico 419 litri
Prezzo base 198.006 euro (in Italia)