Nuova Volkswagen Passat, pronta a replicare il successo

Station wagon, colore blu scuro o nero, motore 2.0 TDI e cambio DSG: è questo il vero biglietto da visita del quadro o dirigente aziendale, un po' come un certo taglio di camicia-cravatta-scarpa identifica al volo i venditori di case e di automobili. Ma torniamo alla nuova Volkswagen Passat, al suo copione che da oltre 40 anni – dal 1973 per la precisione – ha convinto i responsabili delle flotte e i papà di famiglia di tutta Europa (mercato n°1 della tedesca) per 22 milioni di volte: tanti sono gli esemplari venduti della media di Wolfsburg nella sua storia, qualcosa come più di 500.000 all'anno, tanto per capirci. Numeri che fanno intendere quanto sia importante questo modello per la Volkswagen, che infatti lo ha rinnovato completamente dentro e fuori, continuando però a offrire tutto ciò che il cliente tipo si aspetta; nell'ordine comfort, sicurezza, contenimento dei consumi e piacere di guida. Il tutto è stato portato a un livello che, secondo gli uomini Volkswagen, dà pieno diritto alla Passat di essere definita premium. In attesa di capire se questa dichiarazione corrisponda a verità, un dubbio sorge spontaneo: come la mettiamo con la "cugina" Audi A4?