Volvo XC 40 T5 R-Design, la svedese veloce

Nelle concessionarie Volvo l'attività è frenetica come non mai. Non entrava così tanta gente dai tempi della 850 e i venditori quasi non credono dai loro occhi. Il merito è della XC40, il SUV più piccolo della gamma svedese che è anche quello destinato a fare i maggiori volumi di mercato. Così abbiamo deciso di metterci al volante della XC40 ancora una volta, anche per capire se la vittoria del premio di Auto dell'Anno è meritata fino in fondo. Stavolta però niente diesel. Abbiamo preso le chiavi della top di gamma col “duemila” turbobenzina da quasi 250 CV.

Com'è

Volvo ha sempre detto che la XC40 è un modello dedicato a un pubblico più giovane rispetto al resto della gamma e infatti molte soluzioni, soprattutto all'interno, sono votate alla massima praticità come i grandi vani nelle portiere o l'originale piccolo “cestino” per i rifiuti ricavato nel tunnel centrale. Rimanendo in zona, al centro della plancia campeggia il touchscreen verticale dell'infotainment da 9 pollici che si conferma ancora una volta come uno dei migliori sistemi in circolazione, sia per il numero di opzioni, ma soprattutto per la facilità e la fluidità di funzionamento. Anche la strumentazione sfrutta un display, in questo caso orizzontale e da 12,3 pollici. Ma del resto quanto a tecnologia questa Volvo non teme sfide e per le dotazioni attinge a piene mani dalle disponibilità delle sorelle maggiori. Ci sono tutti i sistemi di assistenza alla guida avanzati che vi aspettate di trovare, partendo dalla f...