Cos'è e a chi spetta lo sconto per comprare l’auto nuova (o solo per buttare la vecchia)

In mancanza di un nuovo piano nazionale di incentivi per l’auto - che è tra l’altro richiesto a gran voce per il rilancio del settore piegato dell’emergenza Coronavirus - molti italiani si stanno interessando al bonus rottamazione auto. O meglio ai bonus, perchè ad oggi dopo il Decreto Rilancio si possono contare tre tipologie di agevolazione. 

In questo articolo facciamo una panoramica completa per capire quali sono, come funzionano e chi può accedervi. Come detto i bonus rottamazione auto sono tre, due nazionali e uno locale demandato all'iniziativa di regioni, province e comuni. Vediamoli nel dettaglio.

I tre bonus rottamazione

  1. Ecobonus
  2. Buono Mobilità
  3. Incentivi regionali, provinciali, comunali

Ecobonus e incentivi regionali subito, Bonus mobilità dal 2021

Partendo dagli incentivi nazionali troviamo la conferma dell'Ecobonus 2020 e 2021 con fondi incrementati dal Decreto Rilancio, ma esattamente con la stessa platea dei beneficiari sconti previsti, con o senza rottamazione.

A questo il Decreto Rilancio ha aggiunto per il periodo 2021-2024 il Buono mobilità diviso in due parti. La prima parte, nota anche come "Bonus bici" prevede uno sconto fino a 500 euro per chi compra bici, bici elettriche, monopattini e simili ed è attiva dal 4 maggio al 31 dicembre 2020. La seconda parte del Buono Mobilità è invece quella che ci interessa di più in questa guida, sarà attiva nel 2021 e prevede proprio la rottamazione di una vecchia auto per poter avere sconti per il trasporto pubblico, le bici e gli stessi mezzi per la micromobilità.

Ecobonus per elettriche e ibride plug-in

Partiamo dal capitolo Ecobonus, l'incentivo che dal 2019 il Governo garantisce a chi acquista auto a basso impatto ambientale, cioè elettriche e ibride plug-in. Il fondo destinato all'Ecobonus 2020 e 2021 è stato aumentato rispettivamente di 100 e 200 milioni di euro dal Decreto Rilancio, mentre lo schema premiante rimane invariato. L'Ecobonus riguarda solo le auto nuove di fabbrica acquistate e immatricolate in Italia entro il 31 dicembre 2021.

Fondi Ecobonus

Dopo il Decreto Rilancio Prima del Decreto Rilancio
2020 170 milioni di euro 70 milioni di euro
2021 270 milioni di euro 70 milioni di euro
Opel Corsa-e

Il bonus all'acquisto è di 1.500 euro se si compra un'auto nuova con emissioni di CO2 allo scarico comprese fra i 21 e i 60 g/km, tipicamente le ibride plug-in, mentre lo sconto sale a 4.000 euro se l'auto nuova emette da 0 a 20 g/km di CO2 (elettriche e fuel cell a idrogeno).

Ecobonus: fasce di applicabilità

Con rottamazione Senza rottamazione
Emissioni CO2 0-20 g/km 6.000 euro 4.000 euro
Emissioni CO2 21-60 g/km 2.500 euro 1.500 euro
Prezzo di listino inferiore a 61.000 euro (IVA e optional compresi)    

Le cifre salgono rispettivamente a 2.500 e 6.000 euro se contemporaneamente si rottama una vecchia auto omologata nelle classi Euro 0, 1, 2, 3 e 4. Esiste poi un limite di spesa massima di 50.000 euro, compresi optional, IVA esclusa. Questo significa che se l'auto costa, da listino e con gli accessori, più di 61.000 euro non si ha diritto all'Ecobonus.

Buono mobilità per chi rinuncia all'auto

Ben diverso è il discorso relativo alla citata seconda parte del Buono mobilità che prevede sì la rottamazione di una vecchia auto, ma non l'acquisto di una nuova vettura. Lo scopo è proprio quello di togliere dalla strada vecchi veicoli inquinanti e di incentivare allo stesso tempo l'uso del trasporto pubblico. A differenza dell'Ecobonus che è già attivo e funzionante, il Buono mobilità con rottamazione entrerà in vigore solo da gennaio 2021 e per un anno, interessando esclusivamente gli abitanti di alcune grandi città.

Buono mobilità Importo
Rottamazione auto (fino a Euro 3) 1.500 euro
Rottamazione moto (fino a Euro 2, Euro 3 a due tempi) 500 euro

Il Buono mobilità da 1.500 euro è assegnato a chi rottamerà, dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021, un'auto omologata fino alla classe Euro 3. Chi nello stesso periodo di tempo rottamerà una moto fino alla classe Euro 2 (Euro 3 se a due tempi) otterrà invece 500 euro.

Trasporto pubblico torinese 100 nuovi autobus

Attenzione però, perché questi soldi non si possono usare per comprare un'auto o una moto nuova, ma solo per questi specifici acquisti: “Abbonamenti al trasporto pubblico locale e regionale, biciclette anche a pedalata assistita, veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica e servizi di mobilità condivisa a uso individuale”.

  • Abbonamenti al trasporto pubblico locale e regionale
  • Bici
  • Bici a pedalata assistita
  • Monopattini elettrici
  • Segway
  • Hoverboard
  • Monowheel
  • Servizi di uso condiviso dei mezzi di cui sopra

Ciò significa che si rinuncia alla vecchia auto per avere sconti su autobus, tram, metropolitane, bici, bici elettriche, monopattini, segway, hoverboard, monowheel, ma anche sui servizi di sharing di questi stessi mezzi (escluso il car sharing).

Audi e-tron Scooter

Il Buono mobilità con rottamazione, che è cumulabile con il cosiddetto Bonus bici (Sconto del 60% sul prezzo d'acquisto, fino a un massimo di 500 euro), va utilizzato entro tre anni dalla rottamazione e vale anche per le persone conviventi.

Non tutta Italia può però godere di questa seconda tranche del Buono mobilità che è riservata solo alle zone del Paese più inquinate che hanno sforato i limiti europei per la qualità dell'aria. A poterne usufruire sono i cittadini residenti nelle dieci città metropolitane di Torino, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Bari, Napoli, Reggio Calabria e Roma Capitale. Per tutti gli altri nulla da fare al momento.

  • Bari
  • Bologna
  • Firenze
  • Genova
  • Milano
  • Napoli
  • Reggio Calabria
  • Roma Capitale
  • Torino
  • Venezia

Incentivi rottamazione dalle regioni, anche per l'usato

Da non sottovalutare sono poi i bonus rottamazione regionali, provinciali e comunali, gli incentivi assegnati generalmente per l'acquisto di auto elettriche e ibride. Questi offrono spesso sconti importanti che sono cumulabili con l'EcoBonus statale. Vediamo qui sotto un paio di esempi.

  • Lombardia
    La Lombardia vincola alla rottamazione di una vecchia auto inquinante l'erogazione degli incentivi per la auto "pulite" sia sul fronte della CO2, come l'Ecobonus statale, che per le emissioni di particolato (PM10) e di 
    ossidi di azoto (NOx). In Lombardia gli incentivi rottamazione auto vanno da 2.000 a 8.000 euro.
    Criteri Limiti Incentivi
    Rottamazione Radiazione (per demolizione o per esportazione all’estero) di
    - un veicolo benzina fino ad Euro 2/II incluso o
    - diesel fino ad Euro 5/V incluso
     
    Beneficiari Soggetti privati (persone fisiche) residenti in Lombardia.
    Il veicolo radiato e quello acquistato devono essere intestati alla medesima persona fisica richiedente il contributo
     
    Emissioni di particolato PM10 <= 4.5 mg/km  

    Emissioni CO2 (NEDC) / NOx (RDE)

    0 g/km / 0 mg/km 8.000 euro
      <= 60 g/km / <= 60 mg/km 6.000 euro
      <= 60 g/km / <= 85.8 mg/km 5.000 euro
      <= 60 g/km / <= 126 mg/km 4.000 euro
      60<CO2<=95 g/km / <= 60 mg/km 5.000 euro
      60<CO2<=95 g/km / <= 85.8 mg/km 4.000 euro
      60<CO2<=95 g/km / <= 126 mg/km 3.000 euro
      95<CO2<=130 g/km / <= 60 mg/km 4.000 euro
      95<CO2<=130 g/km / <= 85.8 mg/km 3.000 euro
      95<CO2<=130 g/km / <= 126 mg/km 2.000 euro
  • Friuli Venezia Giulia
    Un altro esempio arriva dalla regione autonoma Friuli Venezia Giulia che a sua volta richiede la rottamazione per erogare i suoi incentivi auto dedicati ad elettriche, ibride plug-in e metano. Questa regione, che offre sconti da 1.500 a 5.000 euro, è anche l'unica a prevedere incentivi per l'acquisto di auto usate, anche se "fresche" con meno di due anni.
    Criteri Limiti Incentivi
    Rottamazione Di un veicolo a benzina o a gasolio
    - Euro 0, 1, 2, 3 o 4
     
    Beneficiari Persone fisiche residenti alla data di presentazione della domanda sul territorio della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia  
    Acquisto di un veicolo

    Elettrico
    - nuovo di fabbrica e di prima immatricolazione
    - a km 0 (immatricolato da meno di due anni)

    5.000 euro

      Elettrico
    - usato (immatricolato da meno di due anni)

     

    2.500 euro

     

    Ibrido (di cilindrata non superiore a 4.000 cc e che rientri nella categoria Euro 6)
    - nuovo di fabbrica e di prima immatricolazione
    - a km 0 (immatricolato da meno di due anni)

    4.000 euro

     

    Ibrido (di cilindrata non superiore a 4.000 cc e che rientri nella categoria Euro 6)
    - usato (immatricolato da meno di due anni)

    2.000 euro

     

    Bifuel (benzina e metano) di cilindrata non superiore a 4.000 cc e che rientri nella categoria Euro 6
    - nuovo di fabbrica e di prima immatricolazione
    - a km 0 (immatricolato da meno di due anni)

    3.000 euro
      Bifuel (benzina e metano) di cilindrata non superiore a 4.000 cc e che rientri nella categoria Euro 6
    - usato (immatricolato da meno di due anni)
    1.500 euro