Una video guida per capire se un'auto ibrida full fa davvero per noi o meno, scoprendone vantaggi e svantaggi

Quando si parla di auto ibride spesso e volentieri si pensa a loro: le auto full hybrid. Si tratta del primo approccio all'elettrificazione comparso sul mercato e da allora ha preso sempre più piede, conquistando i powertrain di numerosi modelli.

Ma se il suo nome è - quasi - familiare a tutti, spesso si fa ancora confusione col suo funzionamento. Così, in occasione degli Electric Days Digital 2021 - raggiungibili sul sito ufficiale www.electricdays.it - abbiamo realizzato una video guida dedicata proprio alle auto full hybrid per fare chiarezza sulla loro meccanica, mettendo in evidenza vantaggi e svantaggi. 

Per approfondire potete visitare la sezione dedicata sul sito ufficiale degli Electric Days Digital 2021.

Come funziona

Le auto con powertrain full hybrid (chiamati anche ibridi paralleli) prevedono che al motore endotermico si affianchino uno o più elettrici che, al contrario di quanto avviene sui mild hybrid, sono anch'essi collegati alle ruote. Ci si può così muovere sia sfruttando entrambi i motori, con un'autonomia elettrica di una manciata di km.

external_image

Il pacco batterie infatti è più potente rispetto a quello delle mild hybrid, e supera sempre il kWh. I consumi così si abbassano anche del 30% rispetto a classici modelli non elettrificati, di contro però il peso sale di circa 100 kg per via della presenza degli accumulatori.

Auto full hybrid, vantaggi e svantaggi

Vantaggi Svantaggi
Abbattimento consumi specialmente in città Peso batterie incide su dinamica di guida
Bassi costi d'esercizio Capacità bagagliaio ridotta per presenza batterie
Non necessitano di colonnine di ricarica Efficienza non particolarmente alta in autostrada