Le spie nel quadro strumenti sono tante, di colore rosso o giallo e con significati estremamente diversi. Se non ricordate le lezioni teoriche della patente o se magari vi state preparando proprio per l'esame statale in Motorizzazione, ecco cosa significano quelle più importanti.

Prima di tutto però è doverosa una precisazione sui due colori. E' bene ricordare sempre che il rosso sta a indicare un'anomalia molto grave, il giallo invece un'anomalia con cui solitamente - ma non sempre - è possibile proseguire la marcia fino a destinazione.

L'avaria motore

In ordine di importanza, la spia più comune nonché la più generica è quella dell'avaria motore. Di colore giallo e disegnata ispirandosi al profilo di un motore termico, funziona in due modi differenti; fissa o lampeggiante.

Spia avaria motore generica

Spia avaria motore generica

Nel caso in cui si illumini e rimanga accesa fissa, significa che il sistema elettronico di bordo ha rilevato un'anomalia non grave nel powertrain dell'auto e che ci si deve recare, nel breve-medio periodo, presso un'officina qualificata per effettuare una diagnosi.

Nel caso in cui, invece, si accenda lampeggiando, significa che il sistema elettronico di bordo ha rilevato un'anomalia più grave della precedente. In questo caso è bene fermarsi, prendere in mano il libretto di uso e manutenzione dell'auto e contare i lampeggi. A un numero ben definito di accensioni, infatti, corrisponde un codice errore specifico per una determinata avaria. In alcuni casi lo stesso manuale dell'auto potrebbe consigliare di spegnere il motore e chiamare i soccorsi.

La spia di avaria generica è direttamente collegata alla rete di bordo dell'auto. La sua accensione può significare, in breve, non solo problemi meccanici ma anche elettronici. I malfunzionamenti più comuni che solitamente sta a indicare sono, per esempio, errori di lettura dei sensori, lettura di valori errati da parte delle sonde lambda, errore di lettura nel debimetro e, infine, errori nei sistemi di alimentazione.

Olio motore

Spia avaria olio motore

Spia avaria olio motore

Sempre procedendo in ordine di importanza, la seconda spia da tenere d'occhio è, naturalmente, quella dell'olio motore. Contraddistinta dal simbolo di un recipiente con una goccia all'estremità destra, solitamente è illuminata di rosso, anche in questo caso sia fissa che lampeggiante, e può significare o una grave anomalia meccanica all'interno del motore dell'auto, oppure una ben più semplice mancanza d'olio.

In entrambi i casi, alla sua vista è sempre bene fermarsi il prima possibile, spegnere il motore subito e chiamare il soccorso stradale, questo soprattutto per evitare ingenti danni all'auto con spese ben superiori rispetto a un semplice rabbocco.

Avaria all'impianto elettrico

Spia avaria impianto elettrico

Spia avaria impianto elettrico

La terza spia da guardare con attenzione è quella a forma di batteria, illuminata di rosso e riguardante un'anomalia nell'impianto elettrico dell'auto. Conosciuta come la spia della batteria, sta a significare una bassa tensione di quest'ultima, spesso riconducibile a un malfunzionamento nel suo sistema di caricamento, cioè nell'alternatore dell'auto.

Si tratta di un problema piuttosto grave - infatti è illuminata di colore rosso - che ha come conseguenza diretta la diminuzione dell'efficacia di alcuni sistemi di bordo vitali e utili al corretto utilizzo dell'auto, come i fari. In questo caso è consigliato fermarsi immediatamente e chiamare i soccorsi.

Avaria all'impianto frenante

Spia avaria impianto frenante

Spia avaria impianto frenante

Un'altra spia molto importante è quella rossa relativa a un'anomalia all'impianto frenante. Da non confondere con quella simile del freno di stazionamento attivato, è contraddistinta da un cerchio rosso con un punto esclamativo all'interno. La sua accensione è solitamente riconducibile a una perdita di liquido freni oppure, più semplicemente, alla presenza di aria nel circuito.

Come nel caso precedente, anche alla visione di questo allarme è bene fermarsi immediatamente, in sicurezza, chiamando i soccorsi il prima possibile senza proseguire il viaggio in alcun modo.

La sicurezza vostra e degli altri utenti della strada, infatti, deve sempre essere al primo posto quando si è alla guida e un'anomalia nell'impianto frenante potrebbe causare situazioni molto spiacevoli. Immaginate di dover affrontare una frenata dai classici 130 km/h e ritrovarvi con il pedale centrale "a vuoto", potreste passare dei momenti davvero molto spiacevoli.

Avaria all'impianto di raffreddamento

Spia avaria impianto di raffreddamento

Spia avaria impianto di raffreddamento

Un'altra spia sempre illuminata di rosso è quella relativa all'impianto di raffreddamento. Contraddistinta da un termometro immerso in acqua, si accende solitamente in maniera fissa indicando o una mancanza di liquido di raffreddamento nell'impianto, oppure nelle auto con pompa dell'acqua elettrica a portata variabile un malfunzionamento della stessa.

Anche in questo caso, di nuovo, è sempre bene fermarsi il prima possibile, aprire il cofano e verificare l'effettiva presenza del liquido - che acqua del rubinetto non è e non deve essere - nella vaschetta o vaso di espansione.

Qualora quest'ultimo fosse del tutto vuoto, l'ideale sarebbe quello di reperire presso l'area di servizio più vicina un po' di acqua distillata, per permettervi di giungere almeno a destinazione. In alternativa potrebbe andare bene anche la classica acqua in bottiglia di plastica o vetro, importante che non sia quella di un qualsiasi rubinetto ricca di calcare. Un errore che potrebbe costarvi molto caro.

Pressione pneumatici

Spia pressione pneumatici

Spia pressione pneumatici

Un'altra spia molto importante è quella della pressione delle gomme. Illuminata di giallo e contraddistinta dal simbolo di una gomma sgonfia con all'interno un punto esclamativo, indica pressione bassa in uno o in tutti gli pneumatici dell'auto e, nel peggiore dei casi, avvisa riguardo una foratura.

Inutile specificare che, qualora non rilevaste alcun problema nella guida del mezzo, potete continuare a guidare fino al distributore di benzina più vicino, per controllare di persona con l'apposito manometro la pressione delle gomme. Attenzione però se rilevate qualche anomalia al volante, in questo caso potrebbe trattarsi di una foratura importante che, se non curata nell'immediato, potrebbe causare un'esplosione della gomma stessa con conseguente perdita del controllo del mezzo.

L'ABS non funziona

Spia avaria abs

Spia avaria abs

La prima delle ultime due spie di questa rassegna è un'altra riguardante l'impianto frenante. Si tratta di quella gialla con la scritta ABS all'interno. Illuminata fissa e di giallo, si vede di rado e sta a significare un malfunzionamento nell'impianto ABS dell'auto, cioè l'Antiblockiersystem - perché inventato in Germania - che tradotto in italiano significa sistema di anti-bloccaggio delle ruote.

Un dispositivo che a partire da metà anni '90 equipaggia tutte le nuove auto e si occupa di evitare il bloccaggio delle ruote nel caso di frenate di emergenza, evitando il pattinamento e quindi rendendo più corti gli spazi di arresto. Con questa spia accesa il consiglio è, ancora una volta, quello di fermarsi immediatamente e chiamare i soccorsi.

Il servosterzo potrebbe bloccarsi

Spia avaria servosterzo

Spia avaria servosterzo

Infine, come non menzionare la spia del servosterzo. Contraddistinta da un volante rosso accompagnato, ancora una volta, da un punto esclamativo. Può accendersi fissa o lampeggiante e sta a indicare sempre un malfunzionamento nell'impianto di servosterzo e richiede l'arresto immediato dell'auto.

L'immagine di copertina è stata realizzata durante il check luci e spie di una Volkswagen Golf,  ad auto completamente ferma.

 

Fotogallery: Le spie del cruscotto