Land Rover Discovery Sport, ora rispondiamo alle vostre domande [VIDEO]

Si chiude ufficialmente la saracinesca del nostro Garage dedicato alla nuova Discovery Sport. Chi ci ha seguito sa che attraverso le prove di Giuliano, Eleonora ed Andrea, abbiamo guidato il nuovo SUV inglese in tutte le condizioni tipo compreso, naturalmente, il fuoristrada che ogni veicolo con il marchio Land Rover sul cofano deve saper affrontare. E la Discovery Sport non ha deluso, anzi, secondo Giuliano questo modello è il migliore della categoria quanto a doti offroad. Più in generale la Discovery Sport ha convinto tutti i tester di OmniAuto.it per la sua completezza in quanto SUV da famiglia: è spazioso, ma non è troppo grande fuori, confortevole nei lunghi viaggi e adotta una serie di soluzioni progettuali che lo rendono pratico nella vita di tutti i giorni. Di domande ce ne avete poste parecchie: molti lettori si sono soffermati sui dati di consumo; altri sulla capacità fuoristradistiche di questa Land. Vi abbiamo promesso che avremmo risposto a tutti e lo facciamo in sintesi con questo video-articolo mentre vi rimandiamo a YouTube per le risposte più puntuali ai singoli quesiti.


Discovery Sport vs Evoque


Cominciamo con il confronto con la Range Rover Evoque dicendo subito che la Discovery Sport è più lunga di 21 cm e che aggiungendo 2.000 euro al prezzo d’acquisto si possono avere anche i 7 posti. Stiamo comunque parlando di filosofie diverse per le due auto, visto che la Discovery Sport mette al primo posto la praticità che si traduce in spazio, ma anche robustezza dei materiali e la capacità di affrontare a volte il fuoristrada. L’Evoque è invece un SUV di lusso e di design, più curata negli interni, bella da vedere, ma anche più delicata. Guidandola poi in offroad l’Evoque risulta penalizzata rispetto alla Discovery Sport da una minore altezza da terra e da angoli di attacco e uscita meno favorevoli.


Consuma tanto o poco?


Ricordiamo che la Discovery Sport oggetto del nostro Garage è la versione top di gamma (allestimento Luxury) motorizzata con il 2.2 diesel da 190 CV e cambio automatico a 9 marce. Nelle prove di Eleonora e Andrea vi abbiamo detto che guidando in città non siamo riusciti a fare meglio degli 11 l/100 km e anche nei percorsi extraurbani ci siamo fermati a 9 l/100 km, ma occorre aggiungere che Andrea non è mai andato piano. Vi confermiamo quindi che la Discovery Sport con il 2.2 diesel è meno efficiente di altre concorrenti, ma che i consumi sono comunque costanti e accettabili in relazione alla massa. La buona notizia è che a settembre arriverà il nuovo motore 2.0 diesel della famiglia Ingenium, con 150 o 180 CV, consumi ridotti e omologazione Euro 6.


Quanto va in fuoristrada?


Alessandro, Riccardo e Boris vogliono qualche dettaglio in più sulle capacità della Discovery Sport in fuoristrada e a loro come a tutti gli appassionati dell’offroad possiamo dire che questa Land Rover non deluderà gli amanti del genere. Certamente non è un fuoristrada estremo, vista anche l’altezza da terra più contenuta rispetto, ad esempio, alla Discovery 4, ma è superiore a quella di altri SUV di pari categoria; i 60 cm di profondità di guado stanno lì a dimostrarlo. Lo stesso discorso vale per gli angoli caratteristici e in più c’è l’ottima gestione elettronica del Terrain Response.

Leggi la recensione completaVedi di meno