I piani di Jaguar Land Rover per il passaggio all'elettrico sono stati annunciati e avviati più tardi rispetto ad altri costruttori, ma sono perentori e puntano a convertire l'intera gamma Jaguar e buona parte delle famiglie di SUV Range Rover, Discovery e Defender che diventeranno tra l'altro brand indipendenti. 

Se per l'alto di gamma il passaggio si annuncia graduale, anche se inizierà proprio con l'ammiraglia Range Rover, per le fasce inferiori si attende un cambiamento radicale. Per questo, il primo impianto ad annunciare la trasformazione totale in fabbrica di auto elettriche è quello di Halewood, casa delle compatte Evoque e Discovery Sport. 

Storico ma "recente"

La fabbrica di Halewood, che si trova nella provincia di Liverpool, contea di Merseyside, è il terzo impianto di proprietà di JLR e secondo dedicato ai modelli Land Rover dopo quello di Solihull, casa dei modelli di classe superiore.

La sua storia non ha però origine con i fuoristrada inglesi, quanto piuttosto con la filiale britannica dell'americana Ford, che lo costruisce intorno al 1962 per produrre le vetture destinate al mercato interno.

La fabbrica Land Rover di Halewood

La fabbrica Land Rover di Halewood

Noto come "Halewood Body&Assembly", riunisce appunto la produzione di carrozzerie e l'assemblaggio finale di vetture complete, attività che inizia nel 1963 con la popolare Anglia ma che prosegue poi con la Corsair, in supporto all'impianto principale di Dagenham. A questo seguono l'apprezzata Escort, introdotta nel 1967, la Orion e per un certo periodo anche la coupé Capri.

Lo stabilimento Jaguar Land Rover di Halewood

Uno dei reparti totalmente automatizzati di Halewood

All'inizio degli Anni 2000, con l'arrivo della Focus che Ford decide però di produrre esclusivamente in Germania, Halewood rischia la chiusura, ma viene "salvato" da Jaguar, acquisita poco prima dal colosso americano, che ci installa le linee di assemblaggio della berlina media X-Type, sviluppata sul pianale della Mondeo.

Freelander II, il primo modello Land Rover prodotto a Halewood

Freelander II, il primo modello Land Rover prodotto a Halewood

Poco dopo lo smembramento del gruppo MG Rover controllato da BMW e il passaggio anche di Land Rover sotto Ford, la fabbrica viene destinata alla produzione della seconda generazione di Freelander, sviluppata sullo stesso pianale di Focus e Kuga, che inizia intorno al 2007. 

Con la successiva cessione di Jaguar e Land Rover al colosso indiano Tata e la fine della produzione della X-Type, Halewood subisce un'altra riduzione di operatività e personale. La soluzione arriva garanzie all'intervento del governo britannico, che offre una sovvenzione per favorire la produzione di un nuovo modello e la ripresa dell'occupazione.

Lo stabilimento Jaguar Land Rover di Halewood

L'assemblaggio della Range Rover Evoque

Lo stabilimento Jaguar Land Rover di Halewood

Il controllo qualità finale

Il modello in questione è la Range Rover Evoque, che arriva nel 2011. Il suo grande successo consente all'impianto di entrare a regime riportando il numero dei dipendenti prima a 3.000 e poi addirittura a 4.000 addetti con produzione 24 ore su 24 già nel 2012. Due anni dopo arriva la Discovery Sport, realizzata sulla stessa base.

La produzione delle prime Discovery Sport Halewood

La produzione delle prime Discovery Sport a Halewood nel 2014

Resta invece di proprietà di Ford l'altro impianto di Halewood, quello costruito poco di stante dalla fabbrica di autoveicoli e destinato alla produzione di trasmissioni: aperto nel 1964, con il tempo allargherà la sua attività ai componenti per vetture e furgoni elettrici, ma sempre per i modelli del colosso americano.

La fabbrica Land Rover di Halewood

Ibridi oggi, elettrici domani

La strada dell'elettrificazione inizia con la seconda generazione di entrambi i modelli, che arriva nel 2019 e che accoglie in gamma i primi sistemi ibridi leggeri mild hybrid e i primi ibridi plug-in, ma è soltanto il preambolo: nell'aprile del 2023 Jaguar Land Rover annuncia il piano Reimagine, che illustra i passaggi per diventare un marchio sostenibile e leader nella produzione di veicoli "modern luxury di nuova concezione.

Questo impegno concretizza il proposito, già annunciato alcuni anni prima, di elettrificare completamente la gamma Jaguar e offrire almeno un modello 100% elettrico in ciascuna delle famiglie di veicoli Land Rover.

Lo stabilimento Jaguar Land Rover di Halewood

Il reparto verniciatura di Halewood

Dunque, mentre Solihull si prepara per integrare nella sua produzione la prima Range Rover elettrica, in arrivo nel 2024 ma preordinabile già dalla fine del 2023, Halewood inizia una conversione più complessa e profonda che la trasformerà nella prima fabbrica interamente dedicata ai veicoli elettrici di JLR.

Questo includerà una profonda ristrutturazione anche dell'architettura digitale dell'impianto, che proseguirà anche la strada verso la decarbonizzazione. Halewood adotterà la nuova piattaforma elettrica EMA, destinata ad accogliere modelli di taglia media iniziando da un SUV elettrico della famiglia Range Rover, previsto per il 2025.

Vedi tutte le notizie su Fabbriche 4.0

La scheda di Halewood

Inaugurazione 1963
Proprietà Jaguar Land Rover
Collocazione Halewood, Merseyside, Gran Bretagna
Superficie complessiva n.d.
Dipendenti impiegati 4.000 circa
Capacità produttiva n.d.
Altre attività Area test offroad
Modelli attualmente prodotti Range Rover Evoque, Discovery Sport
Modelli storici più importanti prodotti Ford Anglia, Corsair, Escort, Capri, Jaguar X-Type, Land Rover Freelander (II)
Modelli di prossima produzione SUV compatti elettrici

Fotogallery: Lo stabilimento Jaguar Land Rover di Halewood