Ford Kuga, il restyling di un SUV che si guida bene

I SUV e i crossover piacciono per la loro aria avventurosa, per la sensazione di sicurezza che danno facendoti stare seduto più in alto e per l'idea di robustezza e praticità legata alle auto da cui poi effettivamente derivano: i fuoristrada. Le persone che comprano un SUV, però, non metteranno forse mai le ruote fuori dall'asfalto, ma di viaggi lunghi (magari con la macchina bella carica) ecco, quelli sì che ne faranno. Devono essere stati questi i pensieri di chi ha deciso di far guidare per la prima volta ai giornalisti il restyling della Ford Kuga letteralmente on the road e cioè con tour attraverso l'Europa, partito settimane fa da Atene, con destinazione finale Capo Nord. Ed è con lo stesso approccio che anche io ho partecipato alla penultima tappa di questo viaggio, guidando tra la Finlandia e la Norvegia, su strade imbiancate e con temperature sempre intorno agli 0°C.


Com'è


Non le condizioni ideali, quindi, per trasmettervi fino in fondo le sensazioni di guida di quest'ultima versione della Kuga, che è stata modificata in modo piuttosto deciso fuori e aggiornata più in dettaglio dentro. Il frontale, su tutto, è la parte della carrozzeria che è cambiata di più, con forme più definite e geometriche e linee più decise e taglienti anche dietro, con fari meno allungati di prima che fanno sembrare le proporzioni della carrozzeria più compatte. Nell'abitacolo la plancia...