Maserati Levante MY2019, la prova del V6 da 430 CV

Dite ad un modenese che vi ricorda un tedesco e vedete come reagisce. Ci riderà su, ve lo anticipiamo, ma prima che inarchi le sopracciglia ditegli che è un complimento. Alla Maserati ad esempio farà piacere sentirsi dire che sta lavorando con la precisione e il tempismo dei costruttori tedeschi, che quando devono aggiornare un'auto lo fanno senza ritardi. Ciò sta avvenendo per la Levante, il SUV grande in vendita dal 2016 che già quest'anno riceve una serie di attese novità. Detto questo, bisogna anche precisare che ciò che arriva adesso sulla Maserati, sui SUV tedeschi (ma anche svedesi e inglesi e su alcune auto di categorie inferiori) c'è già da qualche tempo. Ecco tutti i dettagli.

Com'è

Con questo aggiornamento il SUV modenese non cambia all'esterno, che rimane gradevole e ancora al passo con i tempi, ma fa un bel passo avanti a livello di multimedialità e nuove tecnologie e va a colmare quelle lacune che hanno fatto storcere il naso ai più esigenti. Molti infatti non avevano “digerito” che la Levante fosse disponibile fino ad ora soltanto con fari allo xeno, quando invece la concorrenza (e anche auto meno blasonate e costose, va detto) offrono almeno a pagamento i più evoluti fari a led. Con il MY2019 la casa del Tridente diventa “inattaccabile” sotto questo punto di vista: ora anche sulla Levante ci sono i fari anteriori a led, che secondo quanto annunciato dalla Maserati migliorano la visibilità del 20% rispetto ai fari allo xeno (che restano di serie) e durano il do...