L'iniziativa prevede anche un piano finanziario dedicato e un supporto per le spese di conseguimento della patente

Le auto sportive sono il sogno di tanti, specialmente dei più giovani. Ai neopatentati, però, non è consentito guidare, per i primi 12 mesi dal conseguimento della patente, le auto il cui rapporto peso/potenza supera i 55 kW/tonnellata. BMW, proprio per venire incontro alla clientela più giovane, ha deciso di attivare un'iniziativa sul suo modello d'ingresso, la 114d (1.5 diesel, 95 CV), che prevede un supporto ai costi del conseguimento della patente, un'offerta finanziaria ad hoc e un corso gratuito della BMW Driving Experience.


Da quest'anno, infatti, due BMW 114d saranno integrate nel parco auto BMW Driving Experience, in modo che anche i neopatentati possano prendere parte al corso di guida sicura avanzata offerto da BMW. L'obiettivo è quello di istruire i ragazzi a gestire le situazioni di pericolo e i comportamenti dinamici della Serie 1, che ha la trazione posteriore (dal prossimo modello invece sarà anteriore). L'iniziativa si rivolge anche ai diversamente abili nel solco del programma già avviato da BMW Italia che prende il nome di SpecialMente. Ma non finisce qui: dopo i 12 mesi, il piano finanziario dedicato agevola i giovani clienti nella sostituzione dell'auto con un'altra dalla motorizzazione superiore.

BMW Serie 1, faccia nuova e 3 cilindri

Foto di: Fabio Gemelli