La versione più sportiva della piccola di Wolfsburg è anche quella più equilibrata e meglio riuscita

La Volkswagen up! come la conoscevamo fino ad oggi era una citycar apprezzata in tutta Europa, seconda nelle vendite 2017 solo alla coppia italiana formata dalle Fiat Panda e 500. Le cose sembrano destinate a cambiare con la neonata Volkswagen up! GTI, versione "pepata" che potrebbe lasciare un piccolo segno nella nobile famiglia Gran Turismo Injection. Vediamo perché.


Com'è


E' impossibile non riconoscere la up! GTI, da qualunque angolazione la si guardi. Davanti spicca la calandra con la griglia sportiva a nido d'ape, di lato si notano subito le bandelle sottoporta nere mentre dietro saltano subito all'occhio lo spoiler piuttosto pronunciato e il singolo terminale di scarico cromato. Rispetto alla Golf e alla Polo GTI qui la ricetta dell'understatement è stata messa da parte, probabilmente anche tenendo in considerazione il pubblico giovane a cui quest'auto è rivolta. Completano il quadro i bei cerchi in lega da 17 pollici e gli specchietti retrovisori neri. Insomma, la up! GTI si fa notare ed è ben riconoscibile ma non eccessiva. All'interno la fanno da padrone il classico tessuto a quadrettoni e il rivestimento plastico della plancia, composto da una bella texture di un rosso scuro lucido. Anche la leva del cambio è molto bella, così come il volante che è ripreso dalle altre GTI, un contesto in cui la strumentazione con il grande tachimetro centrale stona un po'. Molto gradevole è invece la console centrale, con il sistema di infotainment che si interfaccia con il vostro smartphone (che trova posto su un supporto ad hoc) grazie ad una app dedicata. Quanto alla dotazione di serie, sulla up! GTI c'è tutto e anche di più, dal climatizzatore manuale, ai sensori luci e pioggia al cruise control, passando per i sedili anteriori riscaldabili e per la frenata automatica di emergenza.


Come va


La up! GTI mette subito di buon umore chi la guida, come solo certe piccole auto sanno fare. Il merito è del mix tra motore brillante e dimensioni minime, che fanno sentire l'auto cucita addosso. Il piccolo tre cilindri "mille" in questa versione da 115 CV e 200 Nm, spinge già dai 2.000 giri e la progressione è ottima fino ai 5.500. Nulla di sconvolgente, perché questa up! pesa comunque 1.070 kg, ma c'è birra a sufficienza per scattare bene ai semafori e rimbalzare come una pallina da flipper nel traffico cittadino. Numeri alla mano, la piccola GTI scatta da 0 a 100 km/h in 8,8 secondi e prosegue fino a 196 km/h, ma una citycar così non si compra certo per vivere con il cronometro in mano. Il bello della up! GTI è il modo in cui affronta le curve una volta usciti dalla città. L'assetto non è marmoreo, ma il mix tra carreggiate allargate (8 mm) e sospensioni ribassate (15 mm) ha ridotto di molto il rollio rispetto alle versioni normali e anche lo sterzo è più diretto e preciso, pur non essendo particolarmente comunicativo. La up! GTI si guida con molto piacere fino all'80% delle sue possibilità, soglia oltre la quale ci si scontra con il limite dato dall'accoppiata tra l'abbondante coppia ai bassi regimi e la mancanza di un differenziale autobloccante. Nei tornanti è molto facile farla pattinare in uscita di curva, ed è un peccato perché l'inserimento è piuttosto veloce. E' molto meglio godersela in una sequenza di curve da terza/quarta marcia, dove la ridotta inerzia le consente alte velocità di percorrenza. L'impianto frenante, infine, ha una buona potenza ma non è stato possibile verificarne la resistenza in un uso intenso e prolungato.


Curiosità


La up! GTI è una delle prime Volkswagen a montare il filtro anti-particolato per motori a benzina e in questo modo rispetta i requisiti della nuova norma sui gas di scarico Euro 6 AG. Inoltre, è questo è un piccolo record, è la prima Volkswagen in assoluto ad essere stata omologata con il nuovo protocollo WLTP per i consumi e infatti il dato medio parla di 5,6/5,7 litri per 100 km nel ciclo combinato.


Quanto costa


La GTI si posiziona al vertice della gamma up!, con un listino prezzi di 17.400 euro per la carrozzeria a 3 porte e di 17.900 euro per quella a 5 porte. L'allestimento è unico, particolarmente ricco, e non necessita dell'aggiunta di optional. Solo per gli appassionati di musica è consigliato aggiungere 450 euro per l'impianto audio Beats.


Scheda


Motorizzazione provata: 1.0 TSI 115 CV
Quanto costa: da 17.400 euro
Quanti CV ha: 115
Quanto consuma: 5,6 l/100 km
Quanta CO2 emette: n.d.
0-100 km/h: 8,8 secondi

Volkswagen up! GTI, la citycar da 115 CV è di serie