Vince il francese seguito dal compagno di squadra Lotterer. Doppietta storica per il team Techeetah

Il Cile ha regato un ePrix denso di emozioni: il francese, ora leader della generale, ha vinto dopo essere scattato dalla pole e, assieme al compagno André Lotterer, ha regalato uno storico uno-due alla Techeetah. Ennesimo KO, invece, per l’Audi di Lucas Di Grassi.

Partenza col botto

Già dal pronti-via si è visto di tutto: scatenato Nelson Piquet Jr. su Panasonic Jaguar, che passa immediatamente André Lotterer e Sébastien Buemi. Il contatto tra le due Mahindra in gara constringe al ritiro Nick Heidfled, mentre alla curva 9 la Venturi di Maro Engel colpisce le barriere. Stessa sorte per la Dragon di José Maria Lopez, incidente che, al giro 4 dei 37 in programma, ha richiesto la presenza della Safety-Car in pista.

Audi costretta al ritiro

Ripresa la corsa, "JEV", "Nelsinho" e il tedesco della seconda Techeetah-Renault hanno dato spettacolo sorpassandosi a vicenda, mentre, nelle retrovie, Lucas Di Grassi superava Oliver Turvey (NIO) e Nicolas Prost (Renault e.dams), conquistando la settima posizione. Al giro 8 la prima cattiva notizia per Audi, con l’ingresso in pit-lane di Daniel Abt che, nonostante un tentativo di riprendere la gara, sarà costretto al ritiro, seguito da Lucas Di Grassi alla tornata 23, nuovamente per improvvisi problemi tecnici. 

La Top 10

Davanti è battaglia fino all’ultimo, con Vergne in fuga insidiato da Lotterer che, a pochi chilometri dalla bandiera a scacchi, rischia di buttare via il lavoro del team arrivando a contatto con il compagno di squadra. A quel punto il tedesco si tranquillizza e capisce che è il caso di conservare la seconda posizione davanti a Sébastien Buemi, nonostante quest’ultimo potesse usufruire del FanBoost. Giù dal podio la Mahindra di Felix Rosenqvist, ora non più in vetta alla classifica complessiva. Quinto è giunto Sam Bird su DS Virgin, autore del best lap in 1’20”235, vittima di un bloccaggio sul finire della corsa che lo stava portando a tamponare il rivale svedese. Sesto Piquet Jr davanti alla Jaguar gemella di un Mitch Evans, autore di una rimonta dal fondo dello schieramento. Ottavo Jérome d’Ambrosio (Dragon), davanti all’Andretti di Antonio Félix da Costa. Decimo posto per Nicolas Prost su Renault Z.E. 17. 

Fuori dalla zona punti

Fuori dalla zona punti, è Tom Blomqvist su Andretti a precedere la NIO di Luca Filippi, partito dai box per problemi ai freni. Il piemontese ha lasciato strada al rivale, con cui ha ingaggiato una bella lotta, a causa di un lungo nel momento clou. Soltanto tredicesimo Edoardo Mortara; lo svizzero è stato autore, al giro 12, di un traverso e di una musata contro le barriere. Costretto al ritiro Alex Lynn su DS Virgin, fino a quel frangente protagonista di una discreta corsa.