Dalle 7 alle 23, a Roma e Milano, usando Uber, i cittadini potranno raggiungere i seggi gratuitamente fino a importo massimo di 20 euro a corsa

Si arroventa la battaglia fra i partiti per le elezioni politiche  2018, che si terranno domenica 4 marzo; e si ravviva anche la fantasia delle divisioni marketing di alcune società. Prendiamo il caso di Uber, la società californiana che offre un servizio di mobilità alternativa grazie alle berline nere guidate da conducenti professionisti: l’App che consente alle persone di spostarsi in città con un semplice clic sullo smartphone, lancia un’iniziativa per agevolare gli elettori di Roma e Milano. E lo fa pure in considerazione di Burin, che flagella ltalia: il 4 marzo le condizioni meteo potrebbero essere avverse, così da rendere difficoltosi gli spostamenti. La trovata è simpatica: con l’App Uber, chiunque potrà raggiungere i seggi; oppure prenotare una corsa promozionale per amici o familiari che hanno difficoltà a raggiungere le urne autonomamente.

L’operazione in dettaglio

Il servizio sarà attivo a partire dalle 7 alle 23 di domenica 4 marzo, in corrispondenza degli orari di apertura delle urne. Inserendo nell’App il codice "IoVoto” gli utenti potranno usufruire di 2 corse da 20 euro ciascuna massimo, da e per i seggi elettorali. Inoltre, grazie a una nuova funzionalità, sarà possibile prenotare una corsa per un’altra persona: si pensi a un anziano che non ha a disposizione uno smartphone. Per farlo sarà sufficiente aprire l’app, fare clic su “dove si va” e poi sull’icona che riporta la dicitura “per me”. Il sistema chiederà di indicare il nome e i contatti del passeggero da prelevare. Chi ha prenotato la corsa potrà seguire il tragitto dell’autista sulla mappa e mettersi in contatto con questi in ogni istante, direttamente dall’App.

Ciliegina sulla torta

I passeggeri in viaggio verso i seggi potranno infine visionare, direttamente dall’App, una scheda dedicata alle elezioni politiche 2018 che ricorderà loro come votare. Importante: la promozione riguarda gli autisti forniti di regolare autorizzazione al noleggio con conducente (NCC): UberBLACK (le berline nere per capirci), UberLUX (berline di lusso) e UberVAN (minivan di lusso fino a 6 posti) e coprirà le aree urbane estese di Roma e Milano.

Attenti ai limiti

Tuttavia, occhio: il codice promozionale offre 2 corse gratis fino a 20 euro ciascuna, da usare per andata e tornare dal seggio. Eventuali importi ulteriori (superiori ai 20 euro per corsa) saranno a carico dell'utente. E se l’importo è inferiore a 20 euro? Il residuo non sarà rimborsato. Ovviamente, Uber si riserva di non applicare l’iniziativa se la corsa sia richiesta per destinazioni incompatibili con le finalità di votazione: chi va a votare ha lo sconto; chi va in aeroporto, allo stadio o altrove, paga tutto per intero.

UberPOP no

Al di là dell’idea sfiziosa di Uber che porta i votanti gratis alle urne, è opportuno rammentare che, se UberBLACK viene “spinta” dall’Antitrust e dall’Authority dei Trasporti (hanno chiesto a più riprese al Governo di liberalizzare il mercato del Noleggio con conducente, svecchiando una normativa antiquata risalente al 1992), per UberPOP la storia cambia: i tassisti privati, senza patente specifica, che usano la loro vettura come taxi alternativo, sono fuori legge. Ritenuti pericolosi per la sicurezza stradale, sia in Italia sia in altri Paesi. Insomma, le varie “divisioni” di Uber fanno presa, seppure contestate dai tassisti (secondo cui, fra l’altro, le berline nere dovrebbero sempre partire da un garage e farvi ritorno dopo ogni corsa); ma UberPOP si è rivelata un buco nell’acqua quasi ovunque. Uber deve infine fronteggiare nel mondo una concorrenza agguerrita di App che spuntano dappertutto, specie in Asia: magari, questo andrà a beneficio della concorrenza e di una diminuzione dei prezzi.