La compatta da 370 CV mette in archivio un 2017 da record e si regala un allestimento che ne mette in risalto le linee sportive

I muscoli li mette in bella mostra anche in versione normale ma, dopo un 2017 da record con oltre 12.000 unità vendute, la BMW M2 decide di sottolineare ancora di più il proprio “fisique du role” con l’allestimento speciale Edition Black Shadow che, come ben spiega il nome, ha nel colore nero il proprio trait d'union. Nera è la carrozzeria, anzi è Sapphire Black, e neri sono i cerchi in lega da 19” con raggi a “Y”. Sempre neri, con inserti in fibra di carbonio non verniciata, sono i gusci degli specchietti e il diffusore posteriore.

Il nero sfina?

Un trattamento estetico in total black con le classiche appendici aerodinamiche tipiche della BMW M2 normale, composte da minigonne, paraurti dal disegno specifico, splitter posteriore e prese d’aria dalle dimensioni più che generose. A quanto pare la BMW M2 Edition Black Shadow non si cura dell’abitacolo, occupato da sedili anteriori sportivi, volante a 3 razze e altri dettagli marcatamente di ispirazione pistaiola.

Cavalli di serie

Anche sotto il cofano non ci sono novità: il 6 cilindri in linea rimane quello di serie e può quindi contare su 370 CV e 500 Nm di coppia capaci di proiettare la BMW M2 da 0 a 100 km/h in 4,3” e velocità massima di 250 km/h che diventano 270 con l’M Driver’s Package. Naturalmente a spingere ci sono solo e unicamente le ruote posteriori, uno schema con la prossima generazione della BMW Serie 1 verrà abbandonato in favore della trazione anteriore. Non cambia nemmeno la scelta per le trasmissioni: si possono avere o il cambio manuale 6 marce o l’M Drivelogic doppia frizione a 7 rapporti.

BMW M2 Coupe Edition Black Shadow