La versione da gara della coupé francese firmata Signatech presenta tante novità estetiche e tecniche

Prima c’è stata la versione “normale”, con vendite polverizzate in pochi giorni, seguita dalle versioni speciali Pure e Légende, la prima dedicata ai puristi della guida e la seconda per chi non vuole rinunciare a nulla. Adesso la Alpine A110 si prepara a scendere in pista con la GT4, versione da gara presentata al Salone di Ginevra 2018 e nata grazie alla collaborazione di Signatech, già responsabile nel WEC per il marchio di Dieppe. La Alpine A110 GT4 mantiene gran parte della meccanica della versione stradale, con novità per quanto riguarda sospensioni e impianto frenante.

Frena di più

La potenza del 1.8 turbo benzina rimane la stessa ma grazie alla diminuzione del peso, che passa attraverso il quasi totale svuotamento dell’abitacolo, dove sono presenti gabbia di sicurezza ed estintore. il rapporto peso/potenza si aggira intorno ai 3,3 kg/CV. Un dimagrimento che deriva anche dall’adozione di elementi in fibra di carbonio, come cofano anteriore e appendici aerodinamiche. A proposito di aerodinamica, non passa certo inosservata la grossa ala posteriore che “incolla” la Alpine A110 GT4 all’asfalto. Una scheggia tenuta a bada da un impianto frenante maggiorato firmato Brembo e dotata di nuovi ammortizzatori sportivi.

Pronta per le gare

Nonostante il motore dalla cilindrata non certo esagerata e alla potenza “umana” la Alpine A110 GT4 correrà contro “mostri” come Audi R8 e AMG GT. Il debutto proprio della coupé francese in versione pista è previsto per la metà del 2018 ma solo nel 2019 sarà pronta per gareggiare in tutte le competizioni del campionato. Un bolide in vendita a circa 160.000 euro con la possibilità di trasformazione delle normali versioni stradali.

Gallery: Alpine A110 GT4